"Il rituale del male" è il nuovo libro di Jean-Christophe Grangé, autore di diversi thriller di successo. Un romanzo in cui si intrecciano mistero, horror e avventura

Jean-Christophe Grangé è tornato in libreria con un nuovo thriller, Il rituale del male. Classe ’61, dopo la laurea in lettere alla Sorbona è diventato giornalista, scrittore e sceneggiatore; in Italia è diventato famoso con I fiumi di porpora – da cui nel 2000 è stato tratto il film di Mathieu Kassovitz, Il giuramento e il recente Amnesia (Garzanti).

Come già sanno i lettori più affezionati – che hanno potuto leggerlo a puntate settimanali pubblicate in ebook in anteprima dal 6 agosto -, Il rituale del male è il nuovo romanzo in cui l’autore intreccia mistero, horror e avventura. Il protagonista è Erwan Morvan, un comandante che si ritrova a indagare sull’assassinio di un cadetto militare nell’isola di Sirling, al largo della costa bretone.

Grangé_Il rituale del male

Il padre di Morvan è un uomo potente in Africa: ha fatto fortuna per aver fermato il killer chiamato l’Uomo Chiodo,  e ora manovra tra le quinte le leve della polizia francese. Ma adesso, dopo trent’anni, il fantasma dell’Uomo Chiodo torna a braccare i Morvan, minacciando il buon nome di una famiglia in apparenza inattaccabile.

Sulle tracce delle gesta poco trasparenti del padre, l’indagine porta Morvan lontano dalla Francia, fin nel cuore di un Congo oscuro e sanguinoso.

Commenti