“Guida galattica per autostoppisti”, il classico della fantascienza umoristica firmato da Douglas Adams e uscito nel 1980, diventerà una serie tv

Una buona notizia per tutti quelli che sanno quanto è importante portare sempre con sé un asciugamano (soprattutto se si stanno organizzando viaggi nello spazio): Guida galattica per autostoppisti di Douglas Adams sta per diventare una serie tv.

Il classico della fantascienza umoristica è nato in realtà nel 1978 come commedia radiofonica per la BBC 4, ed è stato successivamente adattato ad altre forme: la saga di romanzi (pubblicati in Italia da Mondadori), il videogioco, il testo teatrale, il fumetto e, nel 2005, il film diretto da Garth Jennings (con Martin Freeman, Sam Rockwell, Mos Def, Zooey Deschanel, Bill Nighy, John Malkovich, Stephen Fry e Alan Rickman).

La storia, ambientata nello spazio dopo la disintegrazione di un minuscolo e insignificante pianeta azzurro-verde (la Terra), racconta le avventure intergalattiche di Arthur Dent, un flemmatico e scanzonato giovane inglese sopravvissuto, per caso, alla distruzione del proprio mondo (che, ricordiamo, è stato spazzato via per costruire una superstrada spaziale).

guida galattica per autostoppisti

Ma cosa sappiamo per ora della serie in arrivo?

Conosciamo i nomi degli autori del progetto: Carlton Cuse, che aveva già curato Lost e Jack Ryan, e Jason Fuchs, che invece si era occupato di Wonder Woman e L’Era Glaciale. E poi sappiamo che la serie sarà un adattamento in chiave moderna della storia, e che sarà prodotta e distribuita da Hulu in collaborazione con ABC.

Commenti