Dopo il sì iniziale, la Francia torna torna a discutere del servizio di e-book in abbonamento di Amazon - I dettagli

Nei mesi scorsi avevamo raccontato il debutto di Kindle Unlimited in Italia e la scelta dei principali gruppi editoriali, che non hanno aderito al servizio; dopo le polemiche in Inghilterra, il caso è scoppiato in Francia. Il dietrofront viene direttamente dal Ministro della Cultura Fleur Pellerin che ha incaricato la médiatrice du livre Laurence Engel di controllare se le offerte di abbonamento illimitato per gli e-book rispettassero la vigente legislazione francese.

Amazon e gli altri fornitori di simili servizi (Izneo, YouScribe, YouBoox) dovranno rivedere la propria offerta per tutte le opere francesi, ma non per i libri auto-pubblicati nè per quelli delle case editrici straniere.

Laurence Engel non condanna la tipologia di abbonamento del servizio Unlimited, ma sottolinea che la legge sul prezzo prevede che gli editori stabiliscano (o quantomeno concordino con Amazon) il prezzo di copertina dei titoli in abbonamento.

Il parere degli editori è discordante: le grandi case editrici, nella loro grande maggioranza, hanno rifiutato di affidare il loro catalogo di Amazon per l’utilizzo del servizio illimitato, mentre diversa è la posizione degli editori di fumetti che sono favorevoli e hanno partner nella piattaforma Izneo, e quella di Hachette, Editis e Madrigall che hanno raggiunto l’accordo.

 

Commenti