Scritto dalla giornalista, poetessa e scrittrice cilena María José Ferrada, "Kramp", vincitore del  il Premio Mejor Novela 2017, è un romanzo sulla crescita, sui cambiamenti e sulla perdita dell'innocenza, dove la protagonista scopre i fragili meccanismi della vita in un viaggio senza ritorno tra fantasmi e commessi viaggiatori...

Scritto dalla giornalista, poetessa e scrittrice cilena María José Ferrada, Kramp (Edicola, traduzione di M. Rota. Núñez) è un romanzo sulla crescita, sui cambiamenti e sulla perdita dell’innocenza, dove la protagonista  – scarpe lustre, sigaretta in bocca e un talento precoce nell’intercettare le debolezze altrui – scopre i fragili meccanismi della vita in un viaggio senza ritorno tra fantasmi e commessi viaggiatori.

Kramp copertina

M ha sette anni e trascorre le sue giornate a marinare la scuola per accompagnare il padre D nel suo lavoro di commesso viaggiatore di articoli di ferramenta. M e D sono una squadra, lavorano bene insieme. La presenza della bambina infatti impietosisce i clienti e fa aumentare le vendite di chiodi, seghetti e martelli. D non è il massimo come padre, ma si rivela un ottimo datore di lavoro, e nei suoi viaggi M inizia a capire il mondo e i meccanismi che lo governano. Dopo aver trascorso mesi spensierati a scorrazzare nella polverosa provincia cilena, la vita di M cambia nel giorno in cui E riesce finalmente nel proprio intento di fotografare i fantasmi, quei fantasmi che durante la dittatura di Pinochet iniziano a percorrere le strade del Cile. Da questo momento la piccola M è costretta ad abbandonare il suo promettente ruolo di aiutante e iniziare una nuova vita, senza più il catalogo dei prodotti di ferramenta Kramp a farle da guida.

Dopo aver pubblicato libri per bambini in Cile, Spagna, Argentina, Colombia, Messico, Brasile, Giappone e Italia (Il segreto delle cose, Topipittori, 2017), María José Ferrada scrive il suo primo romanzo per adulti e ottiene il Premio Mejor Novela 2017, assegnato dal Círculo de Críticos de Arte.

Commenti