Da 25 anni Mr. Drougas è alla guida di una libreria speciale, "Unoppressive Non Imperialist Bargain Books", a Manhattan. Alla base ci sono prezzi bassi e impegno politico - La storia

Da venticinque anni esiste un piccolo paradiso per i lettori al 34 di Carmine Street, a Manhattan. Un minuscolo negozio con due sole file di scaffali esclusivamente di “bargain books”, i “remainders”. È Mr. Drougas, il proprietario, che “scava” nelle eccedenze di magazzino dei distributori e negli invenduti delle case editrici, per selezionare a suo gusto l’offerta della libreria, il cui nome (Unoppressive Non Imperialist Bargain Books) è tutto un programma.

Mr Drougas (nella foto grande, scattata da Emon Hassan per il New York Times) è un vecchio ragazzo degli anni Sessanta-Settanta e nel suo negozio fa trovare sia i classici Blake e Huxley sia Art Spiegelman e Bob Dylan, e da un po’ di anni anche i fumetti di Carmine Street Comics.

Unoppressive Non Imperialist Bargain Books

Non manca la politica: la libreria ha ospitato la Occupy Wall Street library nel 2011 e nel 2016 è stata una delle sedi di controllo della campagna presidenziale di Bernie Sanders.

Come racconta il New York Times, si tratta di una libreria nata da un’idea semplice e vincente, con prezzi modici e spazi ristretti, nel quale ognuno può trovare uno spunto di lettura, seguendo i consigli del proprietario o l’ispirazione dei poster che decorano l’affollato soffitto: da Mandela a Patti Smith, passando per i Beatles. Se vi trovate a New York, non scordatevi una visita.

(a cura di Giulia Negri)

Commenti