Libraia (a lungo ha lavorato per le Feltrinelli) e biblioterapeuta Alessandra Starace è stata nominata responsabile della sede storica di Milano e della sede di Brescia - I dettagli

Novità per la Libreria dei Ragazzi: Alessandra Starace è stata infatti nominata responsabile della sede storica di Milano e della sede di Brescia.

Nata a Roma, classe 1970, Starace è libraia e biblioterapeuta in ambito evolutivo e, dopo la laurea in Lettere e Filosofia, ha maturato un’esperienza di oltre vent’anni nel mondo dell’editoria, dell’educazione e della promozione della lettura. Dopo aver lavorato in diverse librerie “Rizzoli Store” di Roma fino al 2003, ha ricoperto ruoli di responsabilità all’interno delle librerie Feltrinelli, stabilmente fino a maggio 2019, dove si è occupata della scelta e gestione dell’assortimento dei libri, l’ideazione della loro esposizione e layout instore, nonché della formazione del personale.

Appassionata da sempre di letteratura per l’infanzia, si occupa da molti anni di promozione della lettura sia con i più piccoli sia con gli adulti, e si è specializzata in Biblioterapia evolutiva e Disturbi Specifici di Apprendimento.

La sua passione per i libri per ragazzi l’ha portata a gestire Tata Libro, una pagina personale di promozione alla lettura, oltre a collaborare stabilmente con Libri Calzelunghe e Il Folletto, testate di riferimento dedicate alla divulgazione e all’approfondimento della letteratura per l’infanzia.

Nella sua nuova nomina – come spiega il comunicato – Alessandra Starace avrà il compito di gestire le librerie, curare le relazioni con il pubblico, gli assortimenti di libri e non libri e creare nuove opportunità di sviluppo.

“Sono onorata e felice di entrare a far parte della squadra delle Librerie dei Ragazzi di Milano e di Brescia e di assumerne il coordinamento. Il mio obiettivo è quello di far sì che questa realtà storica e di innovazione continui a essere un punto di riferimento culturale nel mondo della letteratura per ragazzi e non solo”, spiega la nuova responsabile, che aggiunge: “Mi piacerebbe poter festeggiare i 50 anni della libreria, brindando ai suoi fondatori Roberto Denti e Gianna Vitali portando in dono la piena fioritura di quei semi che hanno saputo piantare così profondamente nel terreno e che in tutti questi anni non hanno mai smesso di essere nutriti e custoditi. Per farlo, intendo valorizzare quello che già c’è, con costanza e determinazione, valorizzando il passato e ispirandomi alla forza innovativa e vitale de Il Castoro, la casa editrice con la quale vorrei lavorare più da vicino, sposando pienamente il loro approccio al mondo editoriale, la loro mission e l’impegno nel mondo della scuola”. E conclude: “Punterò infine ogni mio sforzo verso la promozione della lettura non come alternativa ad altre attività, ma come valore e cruciale strumento di crescita umana, culturale e civile, rendendo visibile e accessibile una più ampia proposta bibliografica di qualità. Il piacere di leggere per alimentarsi ha bisogno degli stimoli e dei contesti giusti, e per questo motivo punterò ogni mio sforzo e azione non solo verso i più piccoli, ma anche verso gli adulti che si prendono cura della loro educazione”.

Commenti