Le nuove classifiche mensili dei bestseller in Francia, Germania, Cina, Regno Unito, Svezia, Spagna, Usa e…

Uscito il 22 maggio, The Outsider, l’ultimo libro di Stephen King, entra direttamente al 1° posto negli Stati Uniti e nel Regno Unito, e al 3° nei Paesi Bassi.

Nella città immaginaria di Flint City, l’ispettore di polizia Ralph Anderson arresta davanti a una folla di gente il noto insegnante e allenatore di baseball Terry Maitland con l’accusa di aver stuprato, ucciso e mutilato un ragazzino di 11 anni. Maitland si dichiara innocente, nonostante testimoni oculari e prove evidenti siano contro di lui. Ma lentamente inizia a emergere un’altra verità, e da police procedural il romanzo si trasforma pagina dopo pagina in horror.

Il tema della violenza e della sofferenza, fisica o psicologica, riguardante bambini e adolescenti è presente in varie altre novità.

In Sang famille (3° in Francia), nuova edizione di uno dei primi romanzi di Michel Bussi, il protagonista è il sedicenne Colin, orfano – o almeno questo gli è sempre stato raccontato, ma lui non l’ha mai veramente creduto.

Attirato dai ricordi d’infanzia, ha scelto di trascorrere le vacanze in una colonia a Mornesey, isola di fantasia della Manica, famosa per ospitare una prigione e per nascondere nei suoi sotterranei ­– così racconta la leggenda – un favoloso tesoro, la Folie Mazarin. Al largo di quest’isola, il padre di Colin si sarebbe suicidato dieci anni prima.

All’improvviso la tranquillità del luogo è messa in subbuglio dalla fuga di due prigionieri.

Mentre l’agente Simon Casanova cerca di capire il senso di questa strana evasione, Colin si mette sulle tracce del padre. Le due ricerche sono destinate a incrociarsi.

Di Michel Bussi è appena uscito in Italia per l’editore E/O Il quaderno rosso.

Qui le classifiche mensili con i bestseller in Francia, Germania, Cina, Regno Unito, Svezia, Spagna, Usa e…

Il est grand temps de rallumer les étoiles (9°) di Virginie Grimaldi è la storia di Anna, sommersa dal lavoro e dai debiti, e delle due figlie che non riesce a seguire e incrocia solo a colazione. Chloe ha 17 anni e tanti sogni in testa, ma ha deciso di rinunciarvi per aiutare la madre. Cerca affetto nei ragazzi, ma non dura mai. Lily ha 12 anni e non ama molto la gente. Preferisce la compagnia del suo topo, a cui ha dato il nome del padre perché ha abbandonato la nave. Il giorno in cui si rende conto che le figlie sono infelici, Anna prende una decisione folle e parte con loro per un viaggio in camper in Scandinavia. Se non si può tornare indietro, si può scegliere un’altra strada…

Dell’autrice francese è stato pubblicato lo scorso anno da Mondadori Quando sarai più grande capirai.

Murat Isik è uno scrittore e giurista olandese di origini turche, fresco vincitore del «Boekhandelsprijs» e del «Libris Literatuur Prijs» con il suo romanzo in parte autobiografico Wees onzichtbaar (1° nei Paesi Bassi).

Il libro racconta la storia di Metin, un ragazzo turco cresciuto nel quartiere Bijlmermeer di Amsterdam dove è arrivato con i genitori e la sorella negli anni Ottanta. Il padre è un comunista disoccupato che di giorno legge i libri di Marx e alla sera esce con gli amici, ed è spesso violento con la sua famiglia.

Metin lo teme e cerca di rendersi invisibile. Ma lentamente i figli crescono e la madre si emancipa, e cresce la resistenza contro il padre. Anche il Bijlmermeer cambia, e da quartiere progressista si trasforma in un ghetto di criminali e drogati con crescenti tensioni razziali.

Jack, 11 anni, è il protagonista dell’ultimo thriller di Belinda Bauer, Snap (6° nel Regno Unito). In una soffocante giornata estiva, la madre lo ha lasciato nell’auto guasta incaricandolo di prendersi cura delle sorelline mentre lei si allontana un attimo. “Non ci metterò molto”, aveva detto, ma non è più tornata e la loro vita è cambiata per sempre. Tre anni dopo, Jack è ancora il comandante in carica, è lui a occuparsi delle sorelle, a sostenerle, ad assicurarsi che nessuno sappia che sono soli in casa. E a scoprire improvvisamente che cosa è successo alla madre.

In Italia sono disponibili tre romanzi della Bauer – Blacklands, Negli occhi dell’assassino e Il ladro di bambini tristi – tutti pubblicati da Marsilio.

È ambientato a Venezia nel XVIII secolo, Las hijas del agua (4° in Spagna) di Sandra Barneda.

Tra gli invitati del ballo in maschera organizzato da Arabella Massari c’è Lucrezia Viviani, giovane figlia del mercante Giuseppe Viviani. Per l’occasione incontrerà il futuro marito, ma non è disposta a sposare un uomo che detesta e farà tutto il possibile per impedire il matrimonio.

Arabella scoprirà durante la festa che questa giovane timida è stata prescelta per mantenere l’eredità delle Figlie dell’Acqua, una sorellanza segreta di donne che lottano per essere libere.

È uscito l’8 maggio Warlight, l’ultimo romanzo dello scrittore singalese naturalizzato canadese Michael Ondaatje, autore de Il paziente inglese con cui ha vinto il Booker Prize nel 1992 e da cui è stato tratto l’omonimo film vincitore di 9 Premi Oscar.

Nel 1945, subito dopo la Seconda Guerra Mondiale, il quattordicenne Nathaniel e la sorella maggiore Rachel rimangono a Londra quando i loro genitori si trasferiscono a Singapore, affidati alle cure di una misteriosa figura di nome The Moth.

I ragazzi sospettano che possa essere un criminale, e ne sono più convinti (ma meno preoccupati) quando iniziano a conoscere il suo eccentrico equipaggio di amici: uomini e donne uniti da una storia comune di servizio non specificato durante la guerra, tutti determinati a proteggerli ed educarli, sebbene in modi piuttosto insoliti.

Dopo mesi di silenzio, la madre ritorna da sola, senza dare alcuna spiegazione.

Una dozzina di anni dopo, Nathaniel inizia a scoprire tutto ciò che non sapeva e capiva a quel tempo, ed è questo viaggio – attraverso fatti, ricordi e immaginazione – che egli narra in questo romanzo.

Tra i libri più recenti di Michael Ondaatje – tutti tradotti da Garzanti – ricordiamo Lo spettro di Anil, Divisadero e L’ora prima dell’alba.

Nella saggistica, nuova ondata di biografie e autobiografie di personaggi più o meno noti.

In Francia, Claire Chazal, per anni conduttrice del telegiornale sulla TF1 e al centro di numerosi gossip, ripercorre il suo cammino di donna e di giornalista in Puisque tout passe (1°).

Otto Waalkes è un comico, fumettista, musicista, attore, regista e doppiatore tedesco. In Kleinhirn an alle (3°) racconta i primi settant’anni della sua vita, descrivendo gli sketch e i personaggi che sono entrati nell’immaginario collettivo del suo paese.

Non è propriamente una biografia, ma la storia di Rembrandts ‘Portret van een jonge man’ (11° nei Paesi Bassi) è strettamente intrecciata a quella dell’autore Jan Six.

Mercante d’arte, undicesimo discendente di quel Jan Six che nel 1654 venne ritratto dall’amico Rembrandt, nel 2016 ha comprato all’asta da Christie’s il Ritratto di giovane gentiluomo intuendo che non si trattava di un’opera della cerchia di Rembrandt, ma del maestro stesso. Il libro è il racconto entusiasmante di questa scoperta e di un sogno che diventa realtà.

Sembra uno dei suoi romanzi On Leopard Rock (6° nel Regno Unito), il memoir di Wilbur Smith uscito nel nostro paese per HarperCollins Italia col titolo Leopard Rock. L’avventura della mia vita. Dalla nascita in Rhodesia alla sua attuale residenza londinese, l’autore da 120 milioni di copie racconta gli episodi più personali che hanno ispirato i suoi romanzi, finora pubblicati in Italia da Longanesi.

Linda-Marie Nilsson è una ragazza svedese dalla taglia forte, diventata famosa per aver postato sui social una sua foto in bikini, sfidando il pregiudizio che grasso=brutto. In Så lärde jag mig att älska min kropp (10°) racconta con umorismo la sua storia, fornendo numerosi consigli pratici, per aiutare il maggior numero possibile di persone ad amare il proprio corpo e se stesse.

Si intitola 梁家河 Liángjiāhé (4° in Cina) – dal nome del villaggio dove ha vissuto e lavorato dal 1969 al 1975 nell’ambito di una campagna lanciata dall’allora presidente Mao – la biografia celebrativa dell’attuale presidente Xi Jinping. Per la stesura dell’opera, basata su ricerche e interviste combinate con materiali storici di biblioteche e giornali, è stato necessario un anno e mezzo di lavoro di una trentina di persone.

The Restless Wave (2° negli Stati Uniti) è invece l’autobiografia, scritta mentre sta affrontando una malattia incurabile, di un presidente mancato, John McCain, sconfitto da Barack Obama nel 2008. L’ex senatore repubblicano ripercorre le tappe della sua carriera e le crociate a favore della democrazia e dei diritti umani nell’Europa orientale e in Medio Oriente, senza nascondere il suo disaccordo con talune dichiarazioni e politiche del presidente Trump.

nota: dal 1985 Informazioni Editoriali, che fa parte del gruppo Messaggerie Italiane, è leader in Italia nella realizzazione e nella gestione di database bibliografici, nonché nella fornitura di servizi informativi per il mondo del libro. È anche editrice del portale iBUK, da cui sono tratte queste classifiche internazionali.

Commenti