Nei romanzi d’avventura di Marco Buticchi i misteri archeologici attraversano le epoche e arrivano fino ai giorni nostri, trasformandosi spesso in intrighi politici, che i protagonisti devono affrontare - L'approfondimento sui libri bestseller dello scrittore

Marco Buticchi, classe 1957, è uno scrittore di romanzi d’avventura d’ispirazione storica dove si intrecciano epoche diverse, antichi misteri archeologici e tecnologie fantascientifiche. Nato a La Spezia, vive a Lerici, borgo conosciuto anche con il nome di Golfo dei poeti, per aver ospitato nel corso del tempo artisti, poeti, scrittori e intellettuali come Lord Byron, Mary Shelley, Emma Orczy, William Turner, Gabriele D’Annunzio, Attilio Bertolucci e Indro Montanelli. La sua opera viene accostata a quella di Wilbur Smith, ed è uno dei pochi scrittori italiani inseriti nella collana I maestri dell’Avventura di Longanesi, che comprende fra gli altri lo stesso Smith e Clive Cussler.

Marco Buticchi - Le pietre della luna

La carriera letteraria di Marco Buticchi inizia con l‘auto pubblicazione dei due romanzi Il cuore del profeta e L’ordine irreversibile. Il grande successo arriva però quando pubblica il suo primo libro con Longanesi, Le pietre della luna. Questo romanzo è un vertiginoso slalom di avventure tra l’antica Roma e i giorni nostri, tra galeoni spagnoli e navicelle spaziali, tra agenti del Mossad e affascinanti scrittrici, con al centro un antico enigma archeologico. È qui che vengono presentati per la prima volta ai lettori due personaggi che torneranno nei romanzi successivi: Sara Terracini e il suo compagno Oswald Breil.

marco buticchi - menorah

Oswald, agente segreto del Mossad e Sara, affascinante archeologa italiana, sono la coppia protagonista dei romanzi d’avventura di Marco Buticchi, di volta in volta incaricati di risolvere, fra mille peripezie, un mistero archeologico. In Menorah i due inseguono il candelabro a sette bracci, simbolo sacro del popolo d’Israele, razziato dal tempio di Gerusalemme nel 70 d.C. Ritrovare questo antico oggetto significa conquistarsi la gratitudine di un intero popolo, ma anche disporre di un potente mezzo di ricatto contro di esso.

Marco Buticchi - La nave d'oro

A ogni nuovo capitolo della saga corrisponde un’avventura che mescola archeologia e intrigo politico, storia e scienza, passato e presente. In Profezia Oswald e Sara indagano il mistero dei Templari, a partire dal ritrovamento di un medaglione con l’effigie dei Templari, durante il restauro di un castello. Il retro del manufatto sembra legare l’ordine a ignote avventure marinare. E forse gli antichi e potenti monaci-cavalieri non hanno mai smesso di plasmare i destini del mondo: dalla fine ufficiale nel 1312 fino alla scoperta del Nuovo Mondo, dalla Rivoluzione Russa all’attentato a Giovanni Paolo II. Mentre ne La nave d’oro Buticchi intreccia, a partire dal ritrovamento del relitto di un antico naufragio alle isole Egadi, un ciclo di avventure che si snoda attraverso due millenni e dai tempi di Nerone, passando per il medioevo, arriva ai giorni nostri. Oswald e Sara verranno coinvolti in un’intricata vicenda che coinvolge mafia giapponese, collezionismo criminale e operazioni politiche senza scrupoli.

Marco Buticchi - Il vento dei demoni

L’anello dei re prende le mosse da una serie di attentati diretti contro la popolazione musulmana, che stanno seminando il terrore in tutto il mondo. Unici indizi i comunicati di un serial bomber, che si firma “Giusto in nome di Dio” e preannuncia i massacri a mezzo di messaggi, siglati con il simbolo di un anello leggendario: il sigillo a sei punte di Re Salomone. Il vento dei demoni gira intorno a un meteorite caduto dal cielo e divenuto nel tempo una “Pietra Sacra”. Quando gli ultimi epigoni del nazismo, alleandosi con gli estremisti islamici, stanno per avere accesso al potere della pietra, intervengono Oswald Breil e Sara Terracini. Scopriranno la verità, ma nella loro relazione cambierà qualcosa.

Marco Buticchi - Il respiro del deserto

Ne Il respiro del deserto Oswald ha rotto il suo fidanzamento con Sara e ha acquistato il prestigioso panfilo “Williamsburg”. Tra le paratie di questa imbarcazione, una volta usata dal presidente Harry Truman, è nascosta una mappa che identifica il luogo dove da secoli è nascosto il favoloso tesoro di Gengis Khan. E Oswald e Sara si troveranno prede di una spietata caccia all’uomo che dal 1227 d.C. semina morte. Fra i cattivi prediletti di Marco Buticchi ci sono i nazisti: è ancora una volta con loro che Oswald e Sara devono scontrarsi ne La voce del destino. I due aiutano Mel, un’anziana clochard, dopo una brutale aggressione. Scoprendo poi che sotto i miseri panni si nasconde da quaranta anni una soprano che custodisce la chiave di un tesoro incredibile. Le ricchezze accumulate dai nazisti e finite nelle mani di Juan Domingo Perón sono state affidate a Mel dall’agonizzante Evita Perón. Gli epigoni del nazismo e le organizzazioni criminali di mezzo mondo sono sulle sue tracce.

Marco Buticchi - La luce dell'impero

Nelle trame dei suoi romanzi d’avventura Marco Buticchi affronta spesso temi di attualità e capitoli difficili della storia recente. Ne La stella di pietra Sara incontra le oscure trame del terrorismo: è il 1985, è il giorno della sua laurea, e lei è alle prese con una verità sconvolgente. I suoi studi sul Laocoonte, il famoso gruppo statuario, indicano che la mano che l’ha scolpito potrebbe essere quella di Michelangelo Buonarroti. Ma nel frattempo le Brigate Rosse la stanno cercando. Il segno dell’aquila vede Oswald e Sara fronteggiare potenti e longevi esponenti del mondo finanziario ed industriale, che stanno cercando nuovi fondi da consegnare a terroristi e combattenti islamici. Il nemico è potente, ha mezzi sconfinati e soprattutto ha come alleati l’Isis e il suo esercito. Ne La luce dell’impero, il più recente romanzo di Buticchi, Oswald e Sara si troveranno invischiati in una sanguinosa disputa tra narcotrafficanti, politici corrotti, polizia compiacente e “martiri” della giustizia. Tutti in cerca di un tesoro scomparso appartenuto all’imperatore del Messico Massimiliano d’Asburgo-Lorena.

Marco Buticchi - Scusi bagnino, l'ombrellone non funziona

Proprietario di un albergo, l’Hotel del Lido, Marco Buticchi vi esercita nei mesi estivi la professione di bagnino, ed è proprio qui, che sulla torretta della spiaggia, dichiara, gli vengono in mente le trame dei suoi bestseller. Particolarmente ispirato da questa esperienza, sembra di sicuro Scusi, bagnino, l’ombrellone non funziona. Romanzo diverso dalle altre opere dell’autore, romanzo comico, dove l’io narrante gestisce uno stabilimento balneare e racconta la propria lieve odissea di salvanatanti, mentre una ridda di personaggi pavidi, burloni, stravaganti, abulici si aggirano tra mare e costa.

Un romanzo particolare nella produzione di Marco Buticchi, è Casa di mare, commovente ritratto del padre e in un certo senso anche romanzo d’avventura, considerando la straordinaria vita di Albino Buticchi, partigiano, petroliere, pilota d’auto, dirigente sportivo, giocatore d’azzardo. Una vita poliedrica e ricca di avventure, dalle difficili esperienze durante la Seconda Guerra Mondiale e nella legione straniera, fino al successo negli anni del boom economico, ma anche tormentata, tanto da spingerlo a tentare il suicidio, e raccontata attraverso gli occhi affettuosi del figlio.

Che tipo di
avventura fa per te?

Scoprilo con il nostro test

 

Commenti