Le classifiche internazionali di gennaio vedono, tra i nuovi ingressi, numerosi romanzi di ambientazione storica...

Le classifiche internazionali di gennaio vedono, tra i nuovi ingressi, numerosi romanzi di ambientazione storica.

In Francia, Pierre Lemaitre torna in libreria con Couleurs de l’incendie (I colori dell’incendio, di prossima pubblicazione per Mondadori), seconda parte della trilogia inaugurata con Au revoir là-haut, vincitore del «Prix Goncourt» 2013. La storia si svolge negli anni Venti del secolo scorso ed è un tributo al coraggio di una donna sola in un mondo di uomini. Madeleine Péricourt, destinata a prendere in mano le fortune di famiglia dopo la morte del padre, è vittima di una terribile macchinazione che la manda in rovina. Contro l’avidità del suo tempo, la corruzione del suo ambiente e l’ambizione del suo entourage, Madeleine dovrà dispiegare tesori di intelligenza, energia e machiavellismo per sopravvivere e ricostruire la propria vita.

In Germania, Bernhard Schlink ­– famoso per il romanzo Der Vorleser (A voce alta, Garzanti) – racconta in Olga la storia d’amore, ambientata tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, tra una donna che combatte contro i pregiudizi e un uomo che si perde, tra avventure africane e artiche, nei sogni di grandezza e di potere del suo tempo. Solo il fallimento lo porterà a confrontarsi con la realtà, come molti della sua generazione. La donna rimarrà legata a lui per tutta la vita, nei pensieri, nelle lettere e nella ribellione.

Unter der Drachenwand di Arno Geiger ha per protagonista il giovane Veit Kolbe, soldato ventiquattrenne della Wehrmacht che da adulto ha conosciuto solo la guerra. Ferito in Russia, nel 1944 trascorre alcuni mesi di convalescenza a Mondsee, sotto il monte Drachenwand, per curare le ferite fisiche e psicologiche. Lì incontra Margot e Margarete, con le quali condivide la speranza che la vita possa un giorno ricominciare.

Nel Regno Unito, The Mermaid and Mrs Hancock dell’esordiente Imogen Hermes Gowar è un’intrigante storia di realismo magico ambientata nella Londra georgiana del XVIII secolo, tra sirene vere o presunte e cortigiane immorali e irresistibili. Chi ne cattura una lo fa a proprio rischio e pericolo: entrambe sono creature di fantasia e illusione, e strapparle dal proprio elemento può essere fatale.

Stessa epoca, ma paese differente: è la Svezia lo scenario in cui si svolge 1793 di Niklas Natt och Dag. È passato più di un anno dalla morte di Gustavo III e la nazione è governata con pugno di ferro dal signore del regno Gustaf Adolf Reuterholm. La fiducia è diventata una merce rara, ovunque regnano paranoia e cospirazioni. Quando nelle acque maleodoranti del lago di Fatburen viene rinvenuto un corpo mutilato, Cecil Winge, incaricato di risolvere il mistero, viene preso in una rete di oscuri segreti e mali sconfinati, con fili che conducono fino ai vertici della società di Stoccolma. Questo libro ha vinto nel 2017 lo «Swedish Academy of Crime Writers’ Award» per esordienti.

Den stora utställningen di Marie Hermanson è un romanzo su un gruppo di persone i cui destini si uniscono in maniera imprevista. La storia si svolge nel 1923 a Göteborg durante l’esposizione per celebrare i 300 anni della fondazione della città. Sul posto arrivano la giovane giornalista Ellen e il poliziotto Nils. Quando si sparge la voce che Einstein terrà per l’occasione una lezione sulla relatività, improvvisamente le forze antisemite si mettono in movimento.

Negli Stati Uniti, Before We Were Yours (Non camminerai più sola, Mondadori) di Lisa Wingate ha per protagonista Avery Stafford, procuratore federale nella Carolina del Sud, la cui vita levigata viene incrinata dall’incontro inatteso con una donna ricoverata, come la nonna, in un istituto. Avery non riesce a togliersi la sensazione di un mondo parallelo che non ha mai intuito o voluto intuire, e che coraggiosamente deciderà di riportare alla coscienza. Per farlo, dovrà tornare indietro nel tempo, precisamente nel 1939 a Memphis, quando la dodicenne Rill Foss e i suoi quattro fratelli più piccoli vennero strappati alla loro magica vita familiare e caricati a bordo di un battello sul Mississippi. Il romanzo è basato su uno degli scandali più noti in America e si ispira a Georgia Tann, direttrice realmente esistita di un’organizzazione per l’adozione di Memphis, che rapiva e vendeva bambini poveri a famiglie benestanti in tutto il paese.

Nella saggistica, entra ai primi posti in classifica negli Stati Uniti, nel Regno Unito e nei Paesi Bassi l’ormai celeberrimo Fire and Fury (Fuoco e furia, Rizzoli) di Michael Wolff che racconta dall’interno della Casa Bianca di Trump la storia della presidenza americana più controversa del nostro tempo.

Conflitti di interessi, stipendi astronomici, piccoli accordi scandalosi: in Les Intouchables d’Etat il giornalista francese Vincent Jauvert denuncia gli eccessi dell’élite degli alti funzionari che la presidenza di Emmanuel Macron non ha minimamente scalfito.

In Cina, la prestigiosa casa editrice Yilin Press ha ripubblicato 傅雷家,le lettere di famiglia di Fu Lei, famoso traduttore di letteratura classica e moderna francese, che ha contribuito ad ampliare le vedute e aprire le menti dei lettori nei cosmopoliti anni ’20 e ’30, quando Shanghai era considerata un centro del modernismo, alla pari di Parigi o Berlino. Diventato un bersaglio della Campagna Anti-destra sotto il regime comunista, si suicidò insieme alla moglie nel 1966, all’inizio della Rivoluzione culturale. Pubblicata nel 1981, nei primi anni della riforma, la raccolta di lettere è diventata un testo di riferimento sugli anni bui della Cina.

Qui le classifiche mensili con i bestseller in Francia, Germania, Cina, Regno Unito, Svezia, Spagna, Usa e…

nota: dal 1985 Informazioni Editoriali, che fa parte del gruppo Messaggerie Italiane, è leader in Italia nella realizzazione e nella gestione di database bibliografici, nonché nella fornitura di servizi informativi per il mondo del libro. È anche editrice del portale iBUK, da cui sono tratte queste classifiche internazionali.

 

Commenti