Annunciati i finalisti della 38esima edizione del Premio Andersen. La premiazione si terrà al Palazzo Ducale di Genova sabato 25 maggio - I particolari e l'elenco dei titoli protagonisti, categoria per categoria

In occasione della 56esima edizione della Bologna Children’s Book Fair sono stati annunciati i finalisti della 38esima edizione del Premio Andersen – Il mondo dell’infanziaI libri scelti dalla giuria e dalla redazione della rivista Andersen ­­– “una selezione di titoli che rappresentano l’eccellenza della produzione editoriale per ragazzi in Italia nell’ultimo anno” – sono stati presentati al Caffè Illustratori da Barbara Schiaffino e Walter Fochesato (rivista Andersen) e Pino Boero (docente di Letteratura per l’infanzia dell’Università di Genova) in un incontro che ha visto la partecipazione anche di Maria Fontana (responsabile dei Servizi educativi e culturali di Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura di Genova) e Beatrice Fini (Coordinatrice Gruppo Editori per Ragazzi AIE).

Premio Andersen

Ecco l’elenco completo dei libri finalisti del Premio Andersen 2019:

miglior libro 0/6 anni

Nina e Teo (Kalandraka) di Antonio Ventura e Alejandra Estrada, trad. di Elena Cannelli
La cosa più importante (Orecchio acerbo) di Margaret Wise Brown, ill. di Leonard Weisgard, trad. di Lorenzo Spatocco
Il più folle e divertente libro illustrato del mondo di Otto (Franco Cosimo Panini) di Tom Schamp, trad. di Paola Cantatore

miglior libro 6/9 anni

Tempestina (Lupoguido) di Lena Anderson, trad. di Laura Cangemi
Miss Rumphius (Atlandide) di Barbara Cooney, trad. di Flavia Piccinni
Seb e la conchiglia (Verbavolant) di Claudia Mencaroni, ill. di Luisa Montalto

miglior libro 9/12 anni 

Ali nere (Notes) di Alberto Melis
La casa che mi porta via (Rizzoli) di Sophie Anderson, trad. di Giordano Aterini
Olla scappa di casa (Feltrinelli Kids) di Inguun Thon, trad. di Alice Tonzig

miglior libro oltre i 12 anni

L’anno in cui imparai a raccontare storie (Salani) di Lauren Wolk, trad. di Alessandro Peroni
Ghost (Rizzoli) di Jason Reynolds, trad. di Francesco Gulizia
Il pavee e la ragazza (Uovonero) di Siobhan Dowd, ill. di Emma Shoard, trad. di Sante Bandirali

miglior libro oltre i 15 anni

A sud dell’Alameda (Edicola Ediciones) di Lola Larra e Vincente Reinamontes, trad. di Rocco D’Alessandro
Alle periferie dell’impero (Giunti) di Alberto Vignati
L’alba sarà grandiosa (San Paolo) di Anne-Laure Bondoux, trad. di Francesca Capelli

miglior libro di divulgazione

Perché noi boffi siamo così? (Editoriale Scienza) di Jonathan Emmett, ill. di Elys Dolan, trad. di Lucia Feoli
Forte, piano, in un sussurro (Jaca Book) di Romana Romanyshyn e Andriy Lesiv, trad. di Valentina Daniele
Viaggi straordinari (De Agostini) di Laura Knowles, ill. di Chris Madden, trad. di Valeria Gibilisco

miglior libro fatto ad arte

La battaglia delle rane e dei topi (L’ippocampo ragazzi) di Daniele Catalli
La foresta (Terre di Mezzo) di Riccardo Bozzi, ill. di Valerio Vidali e Violeta Lópiz
Cappuccetto rosso. Una fiaba in pittogrammi (Giralangolo) di Sandro Natalini

miglior albo illustrato

Il brutto anatroccolo (Zoolibri) di H.C. Andersen, ill. di Veronica Ruffato
La diga (Orecchio acerbo) di David Almond, ill. di Levi Pinfold, trad. di Damiano Abeni
Terraneo (Gallucci) di Marino Amodio e Vincenzo Del Vecchio

miglior libro senza parole

Un lupo nella neve (Clichy) di Matthew Cordell
Clown (Camelozampa) di Quentin Blake
Immagina (Carthusia) di Anastasia Suvorova

miglior libro a fumetti

Piccolo vampiro – Vol. 1 (Logos) di Joann Sfar, trad. di Francesca Del Moro
Macaroni! (Coconino) di Thomas Campi e Vincent Zabs, trad. di Emanuelle Caillat
D’amore e altre tempeste (Sinnos) di Annette Herzog, ill. Katrine Clante e Rasmus Bregnhøi, trad. di Eva Valvo e Claudia Valeria Letizia

miglior libro mai premiato

Viaggio incantato (Babalibri) di Mitsumasa Anno, trad. di Elisabetta Scantaburlo
La mamma ha fatto l’uovo! (Mondadori) di Babette Cole, trad. di Giuditta Capella
Il romanzo delle mie delusioni (La Nuova Frontiera Junior) di Sergio Tofano

Nel mese di maggio, insieme ai vincitori delle terne, saranno proclamati il premio ai migliori autori, alle collane e ai protagonisti della cultura d’infanzia.

IL MIGLIOR LIBRO CHE CI MANCA – Negli ultimi anni, per rispondere alle tendenze dell’editoria per ragazzi, un settore articolato e in continua trasformazione, sono state aggiunte due categorie al Premio: per i fumetti e per i libri senza parole. Nei giorni scorsi la rivista Andersen aveva annunciato l’istituzione di una nuova categoria anche per il 2019. Ma si trattava di un “pesce d’aprile”, una boutade pensata dalla giuria in occasione del 1 aprile, data in cui cade quest’anno l’annuncio dei finalisti. Un pesce d’aprile che nasconde però una piccola provocazione, e diventa occasione per riflettere. La categoria proposta è infatti dedicata al “miglior libro che ci manca” e intende segnalare titoli illustrati o di narrativa da troppo tempo fuori catalogo.

Proporre novità interessanti è fondamentale, ma valorizzare i titoli in catalogo è indice di un’editoria di qualità. Alle nuove edizioni di libri imprescindibili è peraltro dedicata da sempre la categoria del “miglior libro mai premiato”, che nel 2019 vede finalisti Il viaggio incantato di Mitsumasa Anno, portato in Italia da Emme nel 1978 e oggi tornato in libreria con Babalibri; La mamma ha fatto l’uovo! di Babette Cole, apparso nel catalogo Emme nel 1993 e oggi riproposto da Mondadori, e Il romanzo delle mie delusioni di Sergio Tofano, pubblicato a puntate sul Corriere dei Piccoli, edito in volume da Mondadori per la prima volta nel 1925 e oggi riproposto da La Nuova Frontiera Junior.

I tre titoli indicati dalla giuria nella terzina del “miglior libro che ci manca” sono invece i seguenti: Harold e la matita viola (Harold and the purple crayon, 1955) di Crockett Johnson;
Il mio amico Harold (The Schernoff Discoveries, 1997) di Gary Paulsen;
Biancaneve e i sette nani (Snow-White and the Seven Dwarfs, 1972) di Nancy Ekholm Burkert.

LA CERIMONIA UFFICIALE

La cerimonia di premiazione dei vincitori si terrà a Palazzo Ducale di Genova sabato 25 maggio, nell’ambito di Genova Città del Libro per Bambini e Ragazzi – rassegna nazionale della lettura e delle narrazioni (10 maggio/9 giugno).

A Genova sarà assegnato anche il premio alla libreria dell’anno per ragazzi, intitolato a Gianna e Roberto Denti e promosso da AIE-Associazione Italiana Editori e rivista Andersen.

L’illustrazione dell’immagine coordinata del Premio Andersen 2019 è firmata quest’anno da Luigi Berio, illustratore, designer e regista i film di animazione.

 

Commenti