Sono da poco in libreria due libri sul sesso che raccontano, da due punti di vista ben diversi, le relazioni di coppia e il desiderio. Uno scandaglia la scienza "sotto le lenzuola" per analizzare i nostri comportamenti e la nostra fisiologia con l'intento di spiegare le abitudini e distruggere i falsi miti. L'altro, nato dall'esperienza a contatto con gli adolescenti dell'autrice, mette in dubbio le conseguenze della rivoluzione sessuale... - L'approfondimento

Sono da poco in libreria due libri molto diversi tra loro, ma accomunati da uno sguardo inusuale sul sesso. Il primo, Hot – La scienza sotto le coperte (Codice) della giornalista scientifica con una laurea in Chimica e Tecnologie farmaceutiche e un dottorato di ricerca in Nanotecnologie Alice Pace, analizza il sesso dal punto di vista chimico e biologico.

hot

Dal perché proviamo attrazione verso alcune persone, fino ai motivi che ci spingono a fare sesso alla sera o al mattino presto. Il tutto accompagnato da illustrazioni e pareri scientifici che spesso vanno a scardinare i pregiudizi e le credenze popolari. Un libro sul sesso visto sotto la lente d’ingrandimento della scienza, ma anche divertente e capace di svelare curiosità piccanti.

libri sul sesso

Il secondo, invece, si intitola Una gioventù sessualmente liberata (o quasi) della sessuologa belga Thérèse Hargot (Sonzogno). Nato dopo anni di confronto con adolescenti nelle scuole, il libro ragiona sul rapporto tra gli adolescenti, il sesso sessualità “solo apparentemente liberata“, come ricorda l’autrice al telefono con ilLibraio.it.

libri sul sesso

Ma anche, più in generale, l’autrice si domanda quali sono state le conseguenze della rivoluzione sessuale sulla società. Una posizione, quella di Thérèse Hargot, discutibile e molto criticata, ma con cui vale la pena confrontarsi, almeno per quanto riguarda la sua posizione sul sesso e gli adolescenti.

libri sul sesso

Nel saggio viene puntata la lente anche sulla coppia, spesso “rifugio” in una società in cui, anche a causa della crisi economica e della conseguente incertezza lavorativa, “si cercano un appiglio e una sicurezza, più che una relazione sana”.

Secondo l’autrice, lo stesso discorso “vale anche per la pornografia che si trasforma in un luogo di decompressione e sfogo delle frustrazioni generate dal clima di incertezza in cui viviamo”. E questo fenomeno, sempre stando all’autrice, ha un forte impatto sugli adolescenti e le aspettative sul sesso.

In evidenza, una scena trata da The O.C. serie culto tra gli adolescenti degli anni 2000 (ndr)

Commenti