La primavera porta un’ondata di novità e di sentimenti nelle classifiche internazionali, con molte storie di vite ordinarie che, plasmate dal dolore e dall’amore, diventano straordinarie - Ecco le classifiche di vendita all'estero

La primavera porta un’ondata di novità e di sentimenti nelle classifiche internazionali, con molte storie di vite ordinarie che, plasmate dal dolore e dall’amore, diventano straordinarie.

Les gratitudes (1° in Francia) di Delphine de Vigan ruota attorno alla figura di Michka, un’anziana colta e intelligente che sta perdendo progressivamente l’uso della parola. Accanto a lei ci sono la giovane e affezionata Maria e il logopedista Jérôme, abituato a lavorare con le parole e con i silenzi, con i ricordi scomparsi e con quelli che riemergono, con i dolori di ieri e di oggi. Entrambi impareranno ad ascoltare Michka perché se le sue parole incespicano, il suo cuore è senza rimpianti, senza risentimenti, pieno di gratitudine.

I libri di Delphine de Vigan, tutti caratterizzati dall’esplorazione dei sentimenti più profondi, sono pubblicati in Italia da Mondadori (Gli effetti secondari dei sogni, Niente si oppone alla notte, Giorni senza fame, Da una storia vera) e da Einaudi (Le fedeltà invisibili).

Il registro più leggero di Agnès Martin-Lugand si intuisce già dai titoli dei suoi bestseller: La gente felice legge e beve caffè, La felicità sulla punta delle dita, Non preoccuparti, la vita è facile (Sperling & Kupfer). Il suo ultimo romanzo Une évidence (2°) ha per protagonista Reine, che divide con soddisfazione la sua vita tra il figlio diciassettenne e un lavoro appassionante. Una vita perfetta se non fosse costruita su una bugia che, se scoperta, potrebbe far crollare tutto.

Aurélie Valognes – l’autrice di Madame Claudel è in un mare di guai (Newton Compton) – torna in libreria con una spensierata tragicommedia familiare, La cerise sur le gâteau (5°). Bernard e Brigitte sono sposati da 37 anni. Da quando ha smesso di lavorare, Brigitte ha approfittato della sua ritrovata libertà e dei suoi nipoti. Per lei, è pura felicità. Fino alla tragedia: la pensione di suo marito, uno scontroso iperattivo che non trova niente di cui rallegrarsi nella sua nuova situazione, ed è disposto a tutto per ridare un senso alla sua vita.

Herkunft (5° in Germania) è un racconto autobiografico di Saša Stanišić, scrittore bosniaco scappato, a quattordici anni, dalla guerra civile e rifugiatosi con la famiglia da uno zio ad Heidelberg. L’autore – che scrive in tedesco e ha vinto numerosi premi – attinge a piene mani nelle esperienze personali e familiari di guerra, fuga e nuovi inizi, elaborate con uno stile letterario originale. Il suo primo romanzo, La storia del soldato che riparò il grammofono, è stato tradotto da Frassinelli, ma è attualmente fuori catalogo.

Die Liebe im Ernstfall (7°) di Daniela Krien è la storia cinque donne di mezza età, legate da amicizia o parentela. A ciascuna è dedicato un capitolo del libro che, con stile asciutto e frasi lapidarie, descrive la loro vita quotidiana e il loro passato. Cinque professioniste ben inserite nella società borghese, ma incapaci di trovare un punto fermo e di costruire legami affettivi e familiari durevoli.Ben diversa la figura femminile descritta dallo scrittore olandese di origini turche Murat Isik, che condensa nelle sessanta pagine di Mijn moeders strijd (1°) la vita coraggiosa della madre, sua ispiratrice ed esempio. Nata in un povero villaggio della Turchia orientale, trasferitasi a Smirne dopo un terremoto e qui assunta come domestica dal fratello, Aynur è costretta, dopo svariati rifiuti, ad accettare un matrimonio che la porterà a vivere nel Bijlmer di Amsterdam, socialmente isolata. Ma contro ogni previsione, a differenza delle donne e madri del suo ambiente, Aynur decide di lottare per emanciparsi.

Ali Smith è una giornalista e scrittrice scozzese, autrice di racconti e romanzi fra cui Hotel World (BEAT), L’una e l’altra e Voci fuori campo (Sur). Spring (1° nel Regno Unito) è il terzo volume di una tetralogia ispirata alla ciclicità delle stagioni. Immerso, come i precedenti, nella contemporaneità, è incentrato più sulle ricadute umane degli affari correnti che sulle macchinazioni delle élite, e contiene la promessa di un futuro migliore. Autunno (Sur), scritto con furore all’indomani del referendum sulla Brexit, è uscito lo scorso anno in Italia mentre Inverno verrà pubblicato a breve.

The Magnificent Mrs Mayhew (7°) della regina della narrativa feel-good Milly Johnson, ha per protagonista Sophie Mayhew, l’affascinante moglie di John F. Mayhew, astro nascente della politica, a un passo da un ruolo chiave nel governo. Ma John ha commesso alcuni errori che stanno per venire alla luce. La situazione può essere tenuta nascosta finché Sophie recita la parte davanti alle telecamere. Una mattina, però, le parole che escono dalla sua bocca non sono quelle previste dagli spin doctor. Sophie decide allora di scappare in un luogo per lei speciale fin dall’infanzia, un piccolo villaggio sulla costa dove, finalmente libera dal ruolo in cui si è sempre trovata costretta, incomincia a respirare.

Di Milly Johnson sono disponibili in italiano Un indimenticabile autunno d’amore, Un indimenticabile Natale d’amore e Un’indimenticabile storia d’amore (Newton Compton).

Fresco vincitore del «Premio Biblioteca Breve» assegnato annualmente dall’editore Seix Barral a un romanzo inedito in lingua spagnola, Días sin ti (1° in Spagna) di Elvira Sastre è una storia di amore e di perdita raccontata a due voci. Una è quella di Gael, giovane scultore che sta attraversando una dolorosa separazione, l’altra è quella di Dora, sua nonna, un’insegnante repubblicana che ebbe l’audacia di innamorarsi di un giovane cubano. Nonostante la distanza, le loro esperienze di vita sono simili e risuonano a vicenda. E Dora, senza saperlo, darà a Gael le chiavi per guarire dalle ferite del suo amore sfortunato.

A due anni di distanza da La vita negoziabile (Mondadori), Luis Landero ritorna in libreria con Lluvia fina (4°) per raccontare i demoni sepolti nel passato di una famiglia e pronti a risvegliarsi. Dopo un lungo silenzio Gabriel decide di chiamare le sorelle e riunire la famiglia per festeggiare gli ottant’anni della madre, con la speranza di superare i vecchi rancori. Ma il tentativo di riconciliazione aggrava fatalmente i conflitti finora repressi e rischia di travolgere tutto.

Harlan Coben, autore statunitense di bestseller come Alta tensione e Senza lasciare traccia (Mondadori), torna con il thriller familiare Run Away (3°). La figlia di Simon Greene è drogata, succube di una relazione violenta e non vuole farsi trovare. Un giorno suo padre la incontra per caso a Central Park mentre suona la chitarra, spaventata e chiaramente in difficoltà. Le si avvicina e la prega di ritornare a casa, ma lei scappa. E Simon fa l’unica cosa che un genitore può fare: la segue in un mondo oscuro e pericoloso di cui ignorava l’esistenza, disposto a mettere in gioco la propria vita per proteggere la figlia.

Una nota particolare merita il 1° posto della classifica tedesca, occupato da un libro per ragazzi: Der Bücherdrache, il nuovo episodio delle serie di Zamonia, pubblicata in Italia da Salani (Le tredici vite e mezzo del Capitano Orso Blu, Ensel e Krete, Rumo e i prodigi nell’oscurità, La città dei libri sognanti, L’accalappiastreghe, Il labirinto dei libri sognanti e La principessa Insomnia e il rovello notturno color incubo). L’autore, il fumettista e vignettista Walter Moers, si è fatto le ossa nel mondo della parodia e della satira politica, approdando solo successivamente al romanzo. Unendo la forza delle illustrazioni a una scrittura ricercata e originale, Moers ha inventato un sottogenere personale di fantasy sempre in bilico tra realtà e finzione, sogno e incubo, sublime e grottesco.

Per finire, segnaliamo tre novità di saggistica che analizzano la crisi globale attuale partendo da punti di vista diversi.

Crépuscule (5° in Francia) è un libro-inchiesta sulla presa del potere da parte delle oligarchie di Juan Branco, giovane avvocato franco-spagnolo, consigliere giuridico di Julian Assange e aperto sostenitore dei gilet gialli. Ex-allievo di una delle scuole più esclusive di Parigi, addestrato per unirsi alle élite, ha conosciuto da vicino quelli che sono diventati gli attuali decisori politici, da lui definiti non come semplici “corrotti” ma come “la corruzione”.

Die große Heuchelei (5° in Germania) del giornalista e politico cristiano-democratico Jürgen Todenhöfer è un accorato appello per l’umanesimo e uno spietato reportage sulle aree di crisi del mondo, da cui emerge il vero volto della nostra civiltà, intrisa di ipocrisia.

The Right Side of History (3° negli Stati Uniti) è una chiamata alle armi spirituali del giornalista e avvocato Ben Shapiro. Ebreo ortodosso, di opinioni politiche conservatrici, identifica le origini del collasso della nostra civiltà nell’abbandono dei valori giudeo-cristiani e della legge naturale greca a favore dell’edonismo individualistico e del soggettivismo morale.

Qui le classifiche mensili con i bestseller in Francia, Germania, Paesi Bassi, Regno Unito, Spagna, Svezia e Usa

nota: dal 1985 Informazioni Editoriali, che fa parte del gruppo Messaggerie Italiane, è leader in Italia nella realizzazione e nella gestione di database bibliografici, nonché nella fornitura di servizi informativi per il mondo del libro. È anche editrice del portale iBUK, da cui sono tratte queste classifiche internazionali.

Commenti