Sinossi

“La nuova voce curda della letteratura mondiale…
Come una fenice risorta dalle ceneri dell’esilio,
con questo romanzo Bachtyar Ali ha conquistato l’Europa.”
Die Zeit
 
“Un grande romanzo. C’è da chiedersi come mai
quest’autore sia arrivato tra noi solo ora.”
Frankfurter Allgemeine Zeitung
 
“Un libro esplosivo. Uno dei testi più intensi
del mondo orientale.”
Süddeutsche Zeitung
 
“CommoventeUn affresco potente e agghiacciante
di una società fortemente segnata dalla storia.”
Times Literary Supplement
 
“Un autore di spicco che sovverte le regole.”
BBC
 
Una favola ambientata in tempi recenti, la storia di un amore paterno che diventa la parabola di un popolo. Un ex soldato rivoluzionario che ha lottato per l’indipendenza dei curdi in Iraq torna libero dopo ventun anni trascorsi in una prigione nel deserto. Muzafari Subhdam è ormai estraneo alle cose del mondo, ma c’è ancora uno scopo che lo sprona ad affrontare il presente e un Paese divenuto irriconoscibile: ritrovare il figlio che ha dovuto abbandonare ancora in fasce.
Su una barca che lo porta in Europa insieme ad altri profughi, Muzafari racconta la sua incredibile vicenda personale, che rispecchia quelle di un’intera generazione perduta tra gli orrori della guerra.
Una storia contemporanea e senza tempo, avvolta in un’atmosfera fiabesca, con castelli, sorelle magiche, ragazzi dai cuori di vetro, e un albero, l’ultimo melograno, che collega le vite di tutti i personaggi.

  • ISBN: 8832960214
  • Casa Editrice: Chiarelettere
  • Pagine: 272

Dove trovarlo

€16,90

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai