Sinossi

Nell'opera di Tiziana Cera Rosco, il corpo è una grande ragione che parla delle cose per le quali tragicamente esiste, determina il linguaggio con i suoi sospetti di invisibile, metaforizza "un tentativo continuo di accoppiamento col mondo" come dice l'autrice e che conduce il lettore dalle vette mistiche delle sante fino alla radice più intima del sentimento della terra. "Corpo finale" raccoglie le poesie degli ultimi 10 anni con una cronologia ribaltata dall'ultima poesia scritta fino alla prima come a fornire la chiave d'accesso per tutti gli enigmi che la poesia porta, non solo come linguaggio ma come senso relativo al linguaggio, e che non risolve. È il corpo "cosa/dio" che incrocia anche i corpi fisici e memoriali evocati dei maestri con cui l'autrice spesso discorre come accompagnandosi con essi quotidianamente tra tutti Rilke, Nietzsche, Celan, Auden, in un dialogo che appartiene alle parole colte (nel senso di "alte") e còlte (nel significato di "raccolte") che affiorano dall'itinerario autoriale di definitiva corporeizzazione della Parola.

  • ISBN:
  • Casa Editrice:
  • Pagine: 0

Dove trovarlo

€13,00

Recensioni

Al momento non ci sono recensioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Il Libraio per te

Scopri i nostri suggerimenti di lettura

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai