Sinossi

Il punto di partenza è la drammatica crisi (forse di morte e trasfigurazione) in cui la sinistra si dibatte ovunque agli inizi del XXI secolo. La spiegazione che offre Raffaele Simone non è solo di natura politica. Perché non basta ricordare (come molti hanno fatto) la sequela di tragici errori o di incredibili leggerezze in cui la storia degli ideali di sinistra ha spesso finito per incagliarsi. È necessaria invece una prospettiva diversa, che si apra sul fondale della cultura di massa su cui si è costruita la modernità. La nuova società globalizzata è dominata da un modello di cultura affabile, avvolgente, consumista, indifferente alla rinuncia e all’altruismo, dominato dal vedere e dalla distanza dagli oggetti e dalle cose. È «il Mostro Mite», la faccia sorridente, e tuttavia sinistra e prepotente, della Neodestra. L’imporsi di questo modello ha scompaginato alla base gli «ideali della sinistra» e ha distolto la gran massa dei suoi sostenitori naturali. È al Mostro Mite che la sinistra deve le sue tremende difficoltà attuali: ma ancora non se n’è accorta.

  • ISBN: 8811694167
  • Casa Editrice: Garzanti
  • Pagine: 179

Dove trovarlo

€9,90

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai