Sinossi

Nella biografia di Roald Dahl che ha accompagnato i suoi indimenticabili romanzi negl’Istrici si dice: «Roald Dahl era altissimo, quasi un gigante: i suoi genitori venivano dalla Norvegia, la patria dei giganti e degli gnomi». E in effetti Dahl era gigantesco in tutto: nella statura; nell’audacia che lo spinse ad arruolarsi nella RAF e a sopravvivere a un mortale incidente di volo durante la seconda guerra mondiale; nella sfacciataggine che gli permise di diventare una spia; nella fortuna che lo sorresse nella sua carriera di scrittore; nel suo incredibile talento di narratore. Generazioni di bambini in tutto il mondo sono cresciuti insieme ai suoi protagonisti, generazioni di adulti hanno assaporato le sue storie asciutte dal ritmo serrato e dal finale sorprendente. Niente male per uno che a quindici anni si era sentito giudicare così da un insegnante: «Un incorreggibile pasticcione. Lessico povero, frasi mal costruite. Mi ricorda un cammello». Questo libro completa il ritratto di Dahl autore di racconti. Contiene i suoi temi preferiti, ovvero il fantastico, l’imprevedibile, il fato e un bel po’ di umana malvagità, quasi sempre punita dal destino e dalla penna dell’autore, amabilissima e cattiva.
Età di lettura: da 10 anni


"Uno specialista dell’allegria sinistra unico al mondo."
The New York Times
"Il vero Andersen del Novecento."
Corriere della Sera

  • ISBN: 8862569602
  • Casa Editrice: Salani
  • Pagine: 207

Dove trovarlo

€9,00

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Altri libri di Roald Dahl

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai