il libro

I reietti dell’altro pianeta

Acquista
Due pianeti gemelli, Urras e Anarres. Il primo, quasi desertico, non ha mai favorito gli insediamenti umani finché non vi sono giunti i seguaci di Odo, in contrasto insanabile con la società del benessere che prospera su Anarres. Da allora, gli Odoniani hanno creato una società di sopravvivenza, consona ai loro ideali: una "fratellanza" da cui sono esclusi i concetti di proprietà, di governo e di autorità. I contatti fra i due pianeti sono limitati e un muro chiude il porto franco in cui scendono le navi spaziali anarresiane, salvaguardando gli "anarchici", i nullatenenti di Urras, dalle idee (non meno che dai microbi) di Anarres...
Titolo
I reietti dell’altro pianeta
ISBN
9788842915294
Autore
Collana
Casa Editrice
NORD
Dettagli
352 pagine, Brossura
Prezzo di questa edizione cartacea

Citazioni più amate

Non è stata inserita nessuna citazione tratta da questo libro.
Agata e pietra nera

Agata e pietra nera

Ursula K. Le Guin

Owen e Natalie non si sono mai parlati. Si incontrano per caso sull'autobus che li riporta a casa da scuola. Owen ha diciassette…

Gattivolanti

Gattivolanti

Ursula K. Le Guin

Tutti i bambini sognano di avere un gatto che zampetti per casa e si addormenti accanto a loro facendo le fusa. Sognano anche…

Agata e pietra nera

Agata e pietra nera

Ursula K. Le Guin

Può esistere una vera amicizia fra un ragazzo e una ragazza alle soglie dell'età adulta? Se esiste, è un dono raro, semplice…

La leggenda di Earthsea

La leggenda di Earthsea

Ursula K. Le Guin

Earthsea, il mondo dei grandi arcipelaghi e degli immensi oceani, l'universo lontano dove la magia è ancora potente, la terra…

I doni

I doni

Ursula K. Le Guin

Gli abitanti dei Monti - un territorio aspro e selvaggio - possiedono dei Doni: uno per famiglia, passato ai discendenti per via…

Il mondo di Rocannon

Il mondo di Rocannon

Ursula K. Le Guin

In un mondo ai confini della Galassia, tre razze native - gli Odemiar, abitanti delle caverne, gli elfici Fiia e i Liuar, guerrieri…

Su altri piani

Su altri piani

Ursula K. Le Guin

Sita Dulip ha messo a punto un metodo infallibile per sfuggire alle lunghe ed estenuanti file al check-in o al bagno, ai pranzi…

La falce dei cieli

La falce dei cieli

Ursula K. Le Guin

George Orr ha paura di sognare. Perchè si è reso conto che alcuni dei suoi sogni diventano realtà... nel bene e nel male. Angosciato…

I draghi di Earthsea

I draghi di Earthsea

Ursula K. Le Guin

Earthsea, il mondo dei grandi arcipelaghi e degli immensi oceani, l'universo lontano dove la magia è ancora potente, la terra…

I dodici punti cardinali

I dodici punti cardinali

Ursula K. Le Guin

I dodici punti cardinali è una retrospettiva quasi completa dei racconti e romanzi brevi dell'autrice, apparsi in America agli…

Il diario della rosa

Il diario della rosa

Ursula K. Le Guin

Le storie riunite in questo volume spaziano dalla fantascienza pura alla fantasy a un realismo unicamente ed eccezionalmente magico,…

I reietti dell’altro pianeta

I reietti dell’altro…

Ursula K. Le Guin

Due pianeti gemelli, Urras e Anarres. Il primo, quasi desertico, non ha mai favorito gli insediamenti umani finché non vi sono…

recensioni

  • Da Pat

    Composto di ciottoli e malta, divide Urras da Anarres. Da entrambe le parti si può guardare al di là del muro e anche un bambino può scavalcarlo senza difficoltà. Non è la sua altezza, ma l’idea di confine, di limite, di separazione a renderlo importante. E tragico, a pensarci bene. Un muro “ambiguo e bifronte”. Ciò che si scorge al di qua o al di là, dipende dal punto d’osservazione. Shevek è un fisico di Anarres. Per portare a termine il lavoro sulla sua teoria non ha altra scelta che andare su Urras. Sono pianeti gemelli e opposti Urras e Anarres. Urras è capitalista e ricco, Anarres anarchico e povero. Inevitabile il confronto fra le due realtà. “Voi siete ricchi, voi possedete. Noi siamo poveri, noi manchiamo. Voi avete, noi non abbiamo. Ogni cosa è bella, qui. Fuorché le facce. Su Anarres non c’è nulla di bello, fuorché le facce. Le altre facce, gli uomini e le donne. Noi abbiamo solo quello, solo gli altri. Qui voi guardate i gioielli, là guardate gli occhi. E negli occhi vedete lo splendore, lo splendore dello spirito umano. Perché i nostri uomini e donne sono liberi… non possedendo nulla, sono liberi…”. Non possono che sorgere riflessioni e interrogativi che portano a consapevolezza e scelta. “… la rivoluzione comincia nella mente che pensa.” La società perfetta esiste? No, perché siamo noi, esseri imperfetti e bifronti. Desideriamo un mondo libero e allo stesso tempo erigiamo muri per paura delle differenze, per evitare contaminazioni e confronto. Perseguiamo il benessere e alziamo barriere per difendere ciò che possediamo nel timore che altri ne godano. I muri non proteggono, isolano. È vero, non esiste la società perfetta. Tuttavia, cercare di raggiungere il sogno che scorgiamo eternamente laggiù, all’orizzonte, è un modo per umanizzarci e rendere il mondo migliore. Non abbandoniamo i sogni, demoliamo invece i muri. I muri interiori, prima ancora di quelli materiali. Sovvertimento che deve scaturire dal profondo dell’animo, giacché non si può fare la Rivoluzione se non si è la Rivoluzione. “La Rivoluzione è nello spirito individuale, oppure non è da nessuna parte. È per tutto, oppure non è niente. Se la si vede come qualcosa che abbia un fine preciso, una fine precisa, non avrà mai veramente inizio.”

goodreads

Qui potrai visualizzare le recensioni di GoodReads.

DISPONIBILE A MILANO
IN LIBRERIE ADERENTI AL SERVIZIO LIBRICITY

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.

Quali sono i libri che ti emozionano?

Rimani sempre aggiornato
sulle ultime uscite dei tuoi generi preferiti.

Iscriviti alla newsletter personalizzata