Le figlie perdute della Cina

Tutti i formati dell'opera

Acquistalo

Sinossi

L'abbandono delle bambine appena nate era, ed è tuttora, una pratica tristemente diffusa in Cina, e non solo nelle zone rurali, ma anche nel resto del Paese, complici le ristrettezze economiche e una legge sulla pianificazione delle nascite. Alle piccole più fortunate il destino ha riservato l’accoglienza presso una famiglia adottiva occidentale, per molte altre nascere femmina ha significato essere brutalmente uccise appena venute al mondo. Grazie a un lavoro di ricerca e di inchiesta durato anni, Xinran dà finalmente voce al silenzioso dolore delle donne cinesi che hanno abbandonato le proprie neonate, offrendoci uno spaccato della Cina odierna per molti aspetti inedito, e al tempo stesso narrandoci una storia fatta di drammi e di speranze ritrovate, una storia capace di lasciare il segno.

«Una testimonianza struggente sulla condizione delle donne e delle bambine in Cina. Storie di destini femminili che aggiungono una fosca pennellata alla vita dietro la Grande Muraglia.»
Angela Terzani Staude

  • ISBN: 885022852X
  • Casa Editrice: TEA
  • Pagine: 250

Dove trovarlo

€8,60

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Eventi

Nessun evento disponibile al momento

Tutti gli eventi

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai