È stata fissata per il 13 novembre 2018 la pubblicazione in tutto il mondo dell’atteso memoir di Michelle Obama, ex First Lady degli Stati Uniti. Il titolo inglese sarà "Becoming". Il libro verrà pubblicato in Italia da Garzanti. L'autrice: "Parlerò delle mie radici e di come una giovane ragazza del South Side di Chicago ha trovato la sua voce e l’ha usata per dare forza agli altri"

È stata fissata per martedì 13 novembre 2018 la pubblicazione in tutto il mondo del memoir di Michelle Obama, ex First Lady degli Stati Uniti d’America. Il titolo inglese sarà Becoming. Il libro verrà pubblicato in Italia in formato cartaceo e digitale da Garzanti. La notizia è stata annunciata da Stefano Mauri, Presidente e Amministratore delegato del Gruppo editoriale Mauri Spagnol e Amministratore delegato della stessa GarzantiBecoming uscirà in contemporanea in 24 lingue in tutto il mondo.

Come spiega Garzanti nel comunicato, “grazie a una vita ricca di traguardi perseguiti e conseguiti con determinazione, Michelle Obama è considerata una delle donne più forti e iconiche dei nostri giorni. Da First Lady degli Stati Uniti d’America – la prima afroamericana a ricoprire questo ruolo – ha contribuito a creare la Casa Bianca più accogliente e inclusiva della storia, diventando una energica sostenitrice della causa delle donne e delle ragazze negli Stati Uniti e nel resto del mondo, modificando radicalmente il modo in cui le famiglie possono vivere una vita più sana e attiva, e restando al fianco del marito mentre guidava l’America attraverso alcuni dei suoi momenti più difficili. Al tempo stesso è riuscita a insegnarci due passi di danza, ha fatto sfracelli in una  trasmissione televisiva di karaoke e, pur esposta all’attenzione implacabile dei media, ha tirato su due ragazze con i piedi per terra. Nel suo memoir, un’opera di profonda riflessione e di grande forza narrativa, Michelle Obama inviterà i lettori nel suo mondo, raccontando le esperienze che l’hanno formata, dalla sua infanzia nel quartiere di South Side a Chicago agli anni di lavoro in equilibrio tra gli impegni professionali e quelli di madre, fino al periodo trascorso nella casa più famosa del mondo. Con franchezza e verve, descriverà i trionfi e le delusioni, sia pubblici sia privati, raccontando per intero la sua storia così come l’ha vissuta, attraverso le sue parole e dal suo punto di vista. Caldo, saggio e rivelatore, Becoming sarà l’inedito ritratto intimo di una donna che ha costantemente sfidato le aspettative, e la cui storia ci ispira a fare altrettanto”.

Michelle Obama ha spiegato: “Scrivere Becoming ha rappresentato un’esperienza profondamente personale. Mi ha concesso, per la prima volta, lo spazio per riflettere onestamente sulla traiettoria del tutto inaspettata che ha avuto la mia vita. Nel libro parlerò delle mie radici e di come una giovane ragazza del South Side di Chicago ha trovato la sua voce e l’ha usata per dare forza agli altri. Spero che il mio viaggio stimoli i lettori a trovare il coraggio di diventare chiunque desiderino essere. Non vedo l’ora di condividere la mia storia”.

L’edizione inglese del volume verrà pubblicata negli Stati Uniti e in Canada da Crown Publishing Group/Penguin Random House, nel Regno Unito e nei territori del Commonwealth da Viking/Penguin Random House UK. Il libro verrà tradotto in altre 22 lingue, compreso lo spagnolo (Plaza & Janés/Penguin Random House Grupo Editorial); il tedesco (Goldmann Verlag/Verlagsgruppe Random House); il portoghese brasiliano (Objetiva/Companhia das Letras); il portoghese (Objectiva/Penguin Random House Portugal); il catalano (Rosa dels Vents/Penguin Random House Grupo Editorial); il francese (Editions Fayard); l’albanese (Dudaj Publishing); l’arabo (Hachette Antoine/Naufal); il cinese (Business Weekly Group); il ceco (Argo); il danese (Lindhardt og Ringhof); l’olandese (Hollands Diep); il finlandese (Otava Publishing Company); il greco (Athens Bookstore Publications); l’ebraico (Yedioth Books); l’ungherese (HVG Publishing Co.); il giapponese (Shueisha); il coreano (Woongjin Think Big Co.,Ltd.); il lituano (Alma Littera); il norvegese (Cappelen Damm); il polacco (Agora Publishing House); lo svedese (Bokförlaget Forum); il vietnamita (First News–Tri Viet Publishing Co.,Ltd.).

 

Commenti