Arriva al cinema il 29 agosto il nuovo film del regista coreano Park Chan-wook: "Mademoiselle", ispirato al romanzo "Ladra" della scrittrice britannica Sarah Waters. Un thriller in cui non mancano colpi di scena inaspettati e risvolti romantici, ambientato nella Corea del Sud degli anni ’30, in piena occupazione giapponese…

Dopo Stoker e la Trilogia della Vendetta (composta dai film Mr. Vendetta, Old Boy, Lady Vendetta), arriva al cinema il 29 agosto il nuovo lavoro del regista e sceneggiatore coreano Park Chan-wook: Mademoiselle.

Ispirato al romanzo Ladra (pubblicato da Ponte alle Grazie e ora disponibile in tascabile per Tea, con la traduzione di Fabrizio Ascari) della scrittrice britannica Sarah Waters, Mademoiselle – vincitore dei Bafta Awards come miglior film non in lingua inglese – sposta l’ambientazione dalla Londra vittoriana del 1862 alla Corea del Sud degli anni ’30, in piena occupazione giapponese.

La protagonista è Sookee, un’abile borseggiatrice che riesce a farsi assumere come nuova ancella della giovane ereditiera giapponese Lady Hideko. D’accordo con uno spregiudicato truffatore, Sooke ha un piano segreto: deve aiutare l’uomo a sedurre la signora per convincerla a fuggire con lui, derubarla delle sue ricchezze e rinchiuderla in un manicomio. Ma la nascita di emozioni e situazioni inaspettate la costringeranno a rivedere i suoi piani.

Mademoiselle film

Dopo aver presentato il lungometraggio al Festival di Cannes, il regista ha dichiarato: “Mademoiselle è un thriller, un dramma con tanti colpi di scena inaspettati. Più di ogni altra cosa, però, è una storia d’amore“.

Commenti