"8 Marzo 1991 - 24 Dicembre 2018. Non è un lutto. È un congedo". Una una notizia triste per il mondo delle librerie

A fine anno arriva una notizia certo non positiva per il mondo delle librerie. Sul profilo Facebook della storia libreria Lirus di Milano, in via Vitruvio, si legge infatti: “Sono 10153 i giorni nei quali l’insegna ‘Lirus-Libreria internazionale Rusconi’, successivamente ‘Lirus’ e la scritta ‘Libreria’ sull’insegna a bandiera che si nota da lontano sono stati il nostro punto di riferimento. 10153 giorni fa la si notava di più. Si camminava a testa alta, guardandosi intorno, ora si sbatte contro qualcuno o qualcosa. 8 Marzo 1991 – 24 Dicembre 2018. Non è un lutto. È un congedo”.

Il messaggio prosegue così: “Ringraziamo tutti i clienti e lettori di ogni età, istruzione, provenienza e livello sociale. C’è chi ha varcato le soglie da bambino e ora entra mano nella mano con un piccolo lettore. La Famiglia Oxoli si congeda dal panorama librario milanese e nazionale. L’importanza della vita, del tempo da dedicare agli affetti ha avuto maggiori argomentazioni, fino ad arrivare alla decisione sofferta, ma giusta”.

La famiglia Oxoli “dall’8 marzo 1991 ha rilevato l’ex Libreria Rusconi, trasformandola in libreria generalista da un negozio 150m più in giù sulla stessa via, con una metratura nettamente inferiore fino al raddoppio della metratura, arrivando così all’attuale struttura e trasformandola nella Lirus che oggi conoscete, raccogliendo importanti risultati: crescita e considerazione da parte del panorama editoriale nazionale su tutti”.

E ancora: “Insieme e per i lettori, tutti i librai della Lirus hanno messo il massimo impegno, alimentato da passione e competenza, per soddisfare al meglio i gusti del lettore. Tale impegno, costante negli anni ha avuto il suo riconoscimento con il premo della scuola UEM, che ha riconosciuto il nostro valore assegnando nel 2016 la X edizione del premio. Un premio condiviso con chiunque sia entrato ad acquistare un libro o dare il suo contributo umano”.

Il messaggio su Facebook si chiude così: “Vorremmo ringraziare uno ad uno voi tutti. La scelta di congedarsi, nella consapevolezza di lasciare un vuoto, ha avuto un impegno imprescindibile preso da coloro che hanno traguardato la Libreria Lirus al 24-12: massimo impegno a trovare una nuova realtà libraria. Salutandovi, ringraziando anche tutti gli scrittori che qui sono passati per incontrare i lettori, ci riteniamo soddisfatti di aver raggiunto anche l’ultimo obbiettivo: una libreria si congeda ed esce di scena, una nuova libreria dalla primavera 2019 isserà la sua insegna in Via Vitruvio. Ringraziandovi con il massimo affetto, siamo certi che la scelta verrà compresa. Prima di lasciarci, A voi tutti i migliori Auguri di un Felice Natale. Grazie”.

Commenti