Arriva al cinema il 5 settembre "Mio fratello rincorre i dinosauri", il film tratto dal romanzo del giovane Giacomo Mazzariol che racconta la storia di Jack, un ragazzo con un fratello unico e speciale, affetto dalla sindrome di Down... - I particolari

Dopo il successo del libro, arriva al cinema Mio fratello rincorre i dinosauri, il film tratto dal romanzo del giovane Giacomo Mazzariol, pubblicato nel 2016 da Einaudi Stile Libero.

La storia inizia quando mamma e papà annunciano a Jack che finalmente arriverà Gio, il fratellino che tanto aspettavano. L’unica cosa è che Gio non sarà come tutti gli altri bambini: sarà un po’ diverso, unico, speciale. Per Jack non c’è niente di male, anzi: per lui “speciale” è sinonimo di “supereroe“, e l’idea di avere un fratello con dei poteri straordinari lo rende felicissimo. Con il passare del tempo, però, Jack cresce e si rende conto che Gio è affetto dalla Sindrome di Down, così il suo entusiasmo si trasforma in rifiuto, addirittura si vergogna, soprattutto davanti ad Arianna, la sua nuova compagna di classe per cui ha preso una cotta.

La soluzione che gli sembra più semplice è mentire: non raccontare a nessuno di Gio e dire che, in realtà, suo fratello è morto. Ma presto Jack si accorge che una bugia ha delle conseguenze che non può controllare e che forse Gio, proprio come pensava da piccolo, è davvero un supereroe in grado di trasformare il suo mondo.

Diretto da Stefano Cipani, Mio fratello ricorre i dinosauri esce il 5 settembre e vede la partecipazione di Alessandro Gassmann, Isabella RagoneseRossy de Palma, Francesco Gheghi, Roberto Nocchi, Saul NanniLorenzo Sisto, al suo debutto cinematografico.

In occasione della presentazione delle prime immagini tratte dal film, Mazziariol ha raccontato a Repubblica: “Mio fratello mi ha insegnato molte cose, lui è un vero ribelle, vive nella semplicità che crea bellezza e la regala a chiunque, è diretto, geniale, imprevedibile, senza filtri e son sicuro che sarete travolti dalla sua vitalità“.

mio fratello rincorre i dinosauri

L’autore, classe 1997, si è fatto conoscere su YouTube il 21 marzo (Giornata mondiale della sindrome di Down) del 2015 con The simple interview, un video in cui lui e suo fratello mettono in scena un colloquio di lavoro diverso da tutti gli altri, e in cui raccontano la bellezza di essere unici, autentici e spontanei. Dopo pochi mesi dalla pubblicazione del filmato, è uscito in libreria il libro d’esordio di Mazzariol, che in poco tempo è riuscito a scalare le classifiche.

Le presentazioni del romanzo in giro per l’Italia hanno portato l’autore a incontrare tante persone, tra cui molti studenti. Da questa esperienza è nato su Repubblica il blog Generazione Z, da cui poi Mazzariol ha preso spunto per scrivere il suo secondo libro, Gli squali (Einaudi Stile Libero, 2018). Sempre nello stesso anno, insieme al collettivo GRAMS – composto da Antonio Le Fosse, Marco Raspanti, Re Salvador, Eleonora Trucchi – ha scritto la sceneggiatura di Baby, la serie Netflix sugli adolescenti di Roma di cui è in arrivo la seconda stagione.

Commenti