Hanno raccolto e rielaborato le fiabe della tradizione popolare tedesca come Biancaneve, Cappuccetto Rosso, Cenerentola, Hänsel e Gretel. A Kassel c'è un museo interamente dedicato ai fratelli Grimm e alla loro opera...

Biancaneve, Cappuccetto Rosso, Cenerentola, Hänsel e Gretel, Il principe ranocchio. E ancora, Pollicino, Raperonzolo e molte altre. I fratelli Grimm hanno avuto il merito di raccogliere e rielaborare le fiabe della tradizione popolare tedesca. Fiabe che ci sono state lette da bambini e che hanno nutrito la nostra fantasia come il latte ha fatto con ossa e dentini.

grimm

Ma quello che spesso si ignora è che Wilhelm e Jacob Grimm hanno fatto molto di più per lo sviluppo della cultura tedesca: filologi, letterati, politici, i due fratelli sono gli autori del primo dizionario della lingua tedesca, secondo in importanza – per lo sviluppo della lingua tedesca moderna – solo alla traduzione luterana della Bibbia.

LEGGI ANCHE – Quando sono nate davvero le fiabe?

Nel 2015, per festeggiare il bicentenario dalla pubblicazione della raccolta di fiabe (1815), è stato aperto a Kassel, sulla “Strada tedesca delle fiabe“, il Grimmwelt: un museo interamente dedicato ai Grimm e alla loro opera. 3000 metri quadri suddivisi in tre sezioni: una prima parte dedicata all’attività linguistico-culturale dei due fratelli, una seconda alle loro fiabe, e una terza – più biografica- che ne ripercorre le fasi della vita.

LEGGI ANCHE – La “strada delle fiabe”: sulle tracce dei fratelli Grimm e dei loro personaggi

Ma ciò che rende davvero interessante questo luogo “fiabesco” è il modo in cui è organizzato: il Grimmwelt si sviluppa alla stregua di un dizionario in cui le diverse parole, legate all’opera dei protagonisti, vengono utilizzate per definire le varie sezioni. È quindi un percorso originale quello che i visitatori, grandi e piccini, sono chiamati ad affrontare: una visita all’insegna del gioco, in perfetto stile fiabesco.

LEGGI ANCHE – “Hansel e Gretel”, “Cenerentola” e il lato “horror” delle fiabe dei fratelli Grimm

Commenti