Da giovedì 12 a lunedì 16 maggio, il sito ilLibraio.it sarà protagonista al Salone del Libro di Torino. Per la prima volta, in un nuovo stand dedicato, ospiterà una serie di incontri con l’intento di promuovere la lettura. Sabato 14 maggio, alle 19, Luca Scarlini sarà protagonista di un evento da non perdere, dedicato allo stretto legame tra musica popolare e letteratura. In cui verranno citate pagine tratte da libri come "Alta fedeltà", "American Psyco", "La leggenda del trombettista bianco" e "Le mille luci di New York", per citarne solo alcuni...

Da giovedì 12 a lunedì 16 maggio, il sito ilLibraio.it – punto di riferimento per lettori, autori, librai, media e mondo dell’editoria – sarà protagonista al Salone del Libro di Torino 2016. Per la prima volta, in un nuovo stand dedicato (padiglione 2: STAND K126 – L125), ospiterà una serie di incontri con l’intento di promuovere la lettura e approfondire le nuove dinamiche del mercato editoriale. Gli eventi, che coinvolgeranno piccoli e grandi editori, si rivolgeranno ai lettori di tutte le età, come anche agli addetti ai lavori. Tra i protagonisti degli appuntamenti, scrittori, librai, editor, esperti di editoria digitale, traduttori, agenti, giornalisti e bibliotecari. Gli eventi sperimenteranno nuovi format, in grado di coinvolgere sia i lettori fisicamente presenti al Salone, sia gli appassionati di libri di tutta Italia.

ilLibraio.it - ilLibraio - il Libraio

ilLibraio.it per la prima volta al Salone del Libro (12-16 maggio): quasi 90 ospiti e un programma fitto di eventi 

In particolare, durante l’evento Rocking writing: quando la musica si fa scrittura, che si terrà sabato 14 maggio alle ore 19.00, verrà indagato il legame tra letteratura e musica pop.

Non è una novità che i musicisti scrivano libri, ma il legame tra musica popolare e scrittura non si ferma qui: i toni e le strutture dal jazz e del rock, ma anche dell’hip hop e dell’elettronica  hanno influenzato scrittori che hanno adottato una scrittura pop, jazz, disco.

E così sono scaturite sarabande di note scritte e raccontate, di canzoni ascoltate come se fossero il riassunto di un’esperienza generazionale condivisa.

I festival, le sale raccolte, i club, le discoteche sono stati gli incubatori del racconto di una popolazione che si è espressa tramite canzoni simbolo e ritornelli condivisi. E i libri non sono stati da meno…

Luca ScarliniLuca Scarlini

Luca Scarlini, scrittore, drammaturgo, performance artist, che ha curato negli anni molti eventi per il Salone del Libro, ospite dello stand de ilLibraio.it analizzerà la stretta relazione tra musica e scrittura tramite alcuni romanzi come Alta fedeltà (Guanda) di Nick Hornby, American Psyco (Einaudi) di Bret Easton Ellis, L’incanto del lotto 49 (Einaudi) di Thomas Pynchon e Great Jones Street (Einaudi) di Don DeLillo.

Il percorso si snoderà non solo citando opere di grandi autori, ma anche attraverso libri quasi impossibili da recuperare, come l’opera di fantascienza Il rock della città vivente (Urania) di John Shirley o La leggenda del trombettista bianco (Fazi) di Dorothy Baker, la cui edizione originale risale al 1938, ma che è stato da poco pubblicato in Italia per la prima volta. Inedito nel nostro paese è invece La morte di Bessie Smith di Edward Albee, dramma teatrale del 1959 sulla vita della jazzista americana.

Altri libri che verranno citati durante l’evento sono I loro occhi guardavano Dio (Bottini) di Zora Neal HurstonMumbo Jumbo  (minimum fax) di Ishmael Reed,  Le mille luci di New York (Bompiani)  di Jay McInerney e  Il Budda delle periferie (Bompiani) di Hanif Kureishi.


LEGGI ANCHE – “Alta Fedeltà”, 20 anni per 20 canzoni che hanno segnato la storia del rock

ilLibraio.it al Salone di Torino: ecco il programma completo degli appuntamenti allo stand

 

Commenti