In attesa di novità sul fronte "Mondazzoli", rinasce a Manhattan la libreria Rizzoli, nella cornice del St. James Building - Immagini e particolari

Come abbiamo scritto nei giorni scorsi, lunedì 27 luglio riapre al pubblico la nuova libreria Rizzoli di New York, nel cuore del quartiere NoMad. Uno spazio di circa 500 metri quadrati, che occupa il piano terra dello storico St. James Building del 1896. Ieri l’affollata presentazione in anteprima.

In vista della probabile, discussa acquisizione di Rcs Libri da parte di Mondadori, va ricordato che sia la libreria di New York, sia Rizzoli Galleria a Milano (recentemente ristrutturata) sono incluse nel “perimetro” della Rcs Libri. Giovedì 30 luglio la prossima “tappa”, con la riunione del Cda di via Rizzoli per “l’approvazione dei risultati preliminari relativamente al 1° Semestre 2015″.

Rizzoli-Bookstore

“Per più di 50 anni la libreria Rizzoli di New York ha attirato i clienti più colti ed esigenti di tutto il mondo offrendo loro volumi di alta qualità di arte, design, interni, moda, così come di letteratura e saggistica. Crediamo di aver trovato la posizione perfetta per la nostra nuova flagship americana e non vediamo l’ora di rientrare in questa vivace comunità di lettori”, spiega Laura Donnini, amministratore delegato di Rcs Libri. “Ci aspettiamo che i nostri clienti— sia residenti a New York, sia provenienti dall’estero—apprezzino la contemporaneità della nostra libreria più cosmopolita.”

Rizzoli-Bookstore(c)Daniel-

Come spiega un comunicato, “il nuovo Rizzoli Bookstore è stato immaginato per ricreare la classica esperienza architettonica degli spazi che hanno ospitato la libreria in precedenza, integrato da una nuova visione che corrisponde ai gusti di oggi unita all’energia della sua nuova posizione al centro di Manhattan”.

Una riconosciuta firma del design americano – Ike Kligerman Barkley Architects – ne ha diretto la creazione degli interni sotto la guida del fondatore Thomas A. Kligerman.

Il layout del bookstore è suddiviso in tre ambienti: una navata colonnata, un salone centrale e uno spazio finestrato finale multiuso che potrà anche ospitare un centinaio di posti a sedere ed essere quindi dedicato a eventi, presentazioni, mostre e concerti.
Rizzoli

Molti dei classici arredi del negozio precedente sulla 57esima strada sono stati conservati e reintrodotti nel nuovo spazio, comprese le librerie in legno di ciliegio e i grandi lampadari in ottone. Fornasetti Milano ha ideato una speciale carta da parati custom-made esclusivamente per Rizzoli New York, prodotta da Cole & Son, artigiani di raffinate tappezzerie dal 1875. I disegni sono disposti su una alta fascia decorativa sopra tutte le scaffalature e fino al soffitto in tutte le vaste sale del negozio, presentando motivi surreali di città italiane che galleggiano tra le nuvole, mongolfiere, figure zodiacali e il classico collage di Fornasetti fatto di frammenti di giornale ricoperti da coloratissime farfalle.

“Dai suoi libri di architettura, arte e musica, ai suoi spazi così eleganti, Rizzoli è sempre stato per me un marchio iconico”, afferma Tom A. Kligerman. “Il nostro progetto rende omaggio alle caratteristiche storiche del St. James Building, aggiungendo grande teatralità ad altri dettagli tra cui l’audace pavimento in marmo bianco e nero, le lucide colonne nere e i murales Fornasetti fatti su misura. Sono orgoglioso di far parte della rinascita di Rizzoli a Manhattan”.

Commenti