"Notti magiche. Atlante sentimentale degli anni novanta" di Errico Buonanno e Luca Mastrantonio racconta e rievoca gli aspetti più simbolici degli anni '90

Dalle Doctor Marten’s alle Big Babol, dalle Spice Girls alle audiocassette, dalle minigonne di jeans a vita alta fino agli “indistruttibili” primi cellulari della Nokia, sono molti i simboli “pop” degli anni ’90 che oggi tornano in voga. È la nostalgia stessa degli anni ’90 a essere di moda, quella tendenza hipster che porta a guardare all’indietro.

Ebbene, questa “febbre” degli anni ’90 è protagonista del libro Notti magiche. Atlante sentimentale degli anni novanta (Utet), scritto a quattro mani da Errico Buonanno Luca Mastrantonio.

Notti magiche utet

Buonanno è scrittore (tra i suoi libri ricordiamo La lotta di classe al terzo piano, Rizzoli), autore e conduttore radiofonico per Rai Radio 2; Mastrantonio è giornalista del Corriere della Sera, insegna Comunicazione Multimediale presso l’Università IULM di Milano e ha collaborato alla realizzazione della Lettura.

Dai tormentoni musicali ai fatti di cronaca, dall’abbigliamento iconico ai programmi televisivi, cosa ci tiene legati agli anni ’90? Cosa c’è di vero nel mito che si è costruito intorno a quegli anni? Gli autori, entrambi classe ’79, passano in rassegna alcuni degli aspetti più fortemente simbolici di quel decennio, nel tentativo di raccontarlo a chi c’era, ma anche a chi non c’era…

Commenti