I bestseller internazionali del momento: dalla Francia alla Germania, dalla Cina al Regno Unito...

Dopo la calma di fine anno, riparte la stagione letteraria con numerose novità e classifiche quasi ovunque rinnovate.

Miroir de nos peines (1° in Francia, tr. it. Lo specchio delle nostre miserie di prossima pubblicazione per Mondadori) di Pierre Lemaitre (Tre giorni e una vita, I colori dell’incendio, Ci rivediamo lassù, Mondadori) è ambientato a Parigi nel 1940 e descrive, attraverso i suoi personaggi, la follia di un periodo senza equivalenti in cui l’intero Paese, preso dal panico, sprofonda nel caos, facendo emergere eroi e bastardi, bugiardi e codardi, e alcuni uomini di buona volontà.

L’homme qui pleure de rire (4°) di Frédéric Beigbeder (Lire 26.900, Feltrinelli; Una vita senza fine, Bompiani) conclude la trilogia satirica, divertente e disperata di Octave Parango sulle alienazioni contemporanee e gli eccessi della nostra società dello spettacolo.

La loi du rêveur (5°, tr. it. La legge del sognatore, Feltrinelli) di Daniel Pennac (Storia di un corpo, Mio fratello, Feltrinelli) è una storia di premonizioni e visioni, di infanzia e bellezza, e un omaggio a Federico Fellini.

Vie de Gérard Fulmard (8°) di Jean Echenoz (Correre, ‘14, Inviata speciale, Adelphi) ha per protagonista un francese medio, single e disoccupato, che si reinventa come investigatore privato, diventa membro di un partito politico di secondo piano e si ritrova ben presto coinvolto in avventure imprevedibili.

Ambientato nell’Allier, al centro della Francia, 404 (9°) di Sabri Louatah (I selvaggi, Mondadori) è un thriller politico e rurale pieno di rabbia che affronta il tema della separazione etnica.

In Germania, Ingrid Noll (Tutto solo per me, Finché brama non ci separi, Astoria), una delle scrittrici contemporanee tedesche di maggior successo, a cavallo tra il thriller e il dramma familiare, condensa nella raccolta di storie vecchie e nuove intitolata In Liebe Dein Karl tutta la sua intelligenza criminale e la sua capacità di osservazione, con l’aggiunta di numerosi spunti autobiografici.

La classifica dei Paesi Bassi vede l’ingresso di tre novità uscite in occasione del Giorno della Memoria, il 27 gennaio, data della Liberazione del campo di concentramento di Auschwitz di cui quest’anno ricorre il 75° anniversario: Mijn naam is Selma (3°), memorie di Selma van de Perre, combattente della resistenza ebraica sopravvissuta a Ravensbrück; Eindstation Auschwitz (7°, tr. it. Ultima fermata Auschwitz, Rizzoli), storia vera di Eddy de Wind scritta pochi giorni dopo la liberazione del campo e Bij ons in Auschwitz (8°), un’antologia compilata da Arnon Grunberg con le testimonianze di dodici uomini e una donna (la madre dell’autore) sopravvissuti ad Auschwitz-Birkenau.

Finse dagen (6°) dell’attore e scrittore olandese Herman Koch (La cena, Villetta con piscina, Il fosso, BEAT) è un romanzo autobiografico in cui si intrecciano riflessioni e ricordi di un’esperienza giovanile in Finlandia, dove era scappato dopo la morte della madre.

Nel Regno Unito, Queenie (1°) di Kimberley Chambers – da molti considerata l’erede di Martina Cole – è il prequel della fortunata serie dei Butler con protagonista una donna dell’East End e i suoi figli gangster.

Adults (6°) di Emma Jane Unsworth è un romanzo ironico su una donna di trent’anni la cui vita sta andando a pezzi, mentre It Started with a Secret (7°) di Jill Mansell (Ogni cosa può cambiare, di prossima pubblicazione per Leggereditore) è un romanzo rosa ambientato in Cornovaglia con la più classica delle trame: una ragazza e il suo amico gay fingono di essere fidanzati per ottenere un lavoro, ma questa piccola bugia iniziale avrà delle conseguenze inaspettate.

Miss Austen (8°, di prossima pubblicazione per BEAT con il titolo originale) di Gill Hornby (La mamma dell’anno, Mondadori) è un romanzo storico su Cassandra Austen e la sua famosa sorella Jane, su una serie di lettere che si sono scambiate e sui segreti in esse contenuti.

Hitler’s Secret (9°) di Rory Clements è il quarto volume della serie di gialli storici ambientati durante la II Guerra Mondiale con protagonista Tom Wilde. In Italia sono disponibili i primi due episodi, Corpus e Nucleus, pubblicati da La Corte Editore.

In Svezia l’unica novità domestica è De drabbade (6°), nono episodio della serie poliziesca con protagonista l’Ispettore Claes Claesson della scrittrice e ostetrica Karin Wahlberg.

Tra le novità in classifica negli Stati Uniti spiccano tre titoli che affrontano argomenti spinosi.

American Dirt (1°, tr. it. Il sale della terra, Feltrinelli) di Jeanine Cummins racconta la fuga da Acapulco di Lydia e del figlioletto Luca di otto anni, unici sopravvissuti a una carneficina perpetuata dai narcotrafficanti. Per non essere rintracciati dal boss che ha ordinato il massacro, devono evitare le strade più battute e i normali mezzi di trasporto e seguire la via dei migranti, cercando disperatamente di raggiungere il confine conservando la propria umanità in un’esperienza che di umano ha ben poco.

Dear Edward (5°, tr. it. Non sprecare il tempo, non sprecare l’amore, di prossima pubblicazione per Mondadori) di Ann Napolitano è un romanzo di amore e di coraggio con protagonista il dodicenne Edward, unico sopravvissuto di un incidente aereo in cui ha perso i genitori e il fratello. La sua storia cattura l’attenzione dei media e a casa dello zio che lo ospita piovono lettere da tutto il mondo. Ma Edward fatica ad affrontare la nuova realtà: continua a sentire che una parte di sé è rimasta nel cielo, legata per sempre all’aereo e a tutti i suoi compagni di viaggio.

Privilegi e pregiudizi razziali sono al centro di Such a Fun Age (8°), romanzo d’esordio di Kiley Reid, in parte ispirato alla sua esperienza come babysitter. La trama ruota attorno ad Alix Chamberlain – una donna che sa come ottenere ciò che vuole e che vive insegnando il suo metodo alle altre donne – e alla sua babysitter di colore Emira Tucker. Una sera, mentre Emira esce da un supermercato per ricchi insieme al figlio (bianco) di Alix, viene accusata dalla guardia di sicurezza del negozio di aver rapito il bimbo. Alix vuole sistemare le cose, Emira diffida del suo desiderio di aiutarla, ma insieme dovranno affrontare un pericolo che sconvolgerà tutto ciò che pensano di sapere di se stesse e dell’altra. Il libro sarà pubblicato in Italia da Garzanti.

Chiudiamo con tre titoli “di importazione” che meritano una menzione speciale.

Il primo è M. El hijo del siglo, al 5° posto in Spagna, traduzione di M. Il figlio del secolo (Bompiani) di Antonio Scurati pubblicato dal prestigioso editore Alfaguara.

In Francia (come in Italia) fa il suo ingresso un volume della saga fantasy scritta negli anni ‘90 dall’autore polacco Andrzej Sapkowski, da cui è stata tratta la nuovissima serie televisiva The Witcher su Netflix. Gli otto volumi della saga sono stati pubblicati in Italia dall’editore Nord tra il 2010 e il 2016 e sono attualmente in corso di ripubblicazione.

Nei Paesi Bassi, in occasione delle giornate nazionali della lettura («De Nationale Voorleesdagen») che si svolgono ogni gennaio con l’intento di incoraggiare la lettura nei bambini di età compresa tra i 0 e i 6 anni, i bibliotecari hanno premiato il libro illustrato dell’anno: Moppereend di Joyce Dunbar e Petr Horáček, entrato in classifica in tre diverse edizioni. Il libro è stato pubblicato in Italia nel 2018 da Gribaudo con il titolo L’oca brontolona.

Qui le classifiche mensili con i bestseller in Francia, Germania, Cina, Regno Unito, Svezia, Spagna, Usa e… 

nota: dal 1985 Informazioni Editoriali, che fa parte del gruppo Messaggerie Italiane, è leader in Italia nella realizzazione e nella gestione di database bibliografici, nonché nella fornitura di servizi informativi per il mondo del libro. È anche editrice del portale iBUK, da cui sono tratte queste classifiche internazionali.

Commenti