Walter Moneta, poeta dialettale, e Claudio Brambilla, ex manager, entrambi in pensione, sono riusciti nell'impresa di tradurre l’Odissea in dialetto milanese...

Due ex compagni di scuola over 75, Walter Moneta, poeta dialettale, e Claudio Brambilla, ex top manager nel campo farmaceutico, entrambi in pensione, sono riusciti nell’impresa di tradurre l’Odissea di Omero in dialetto milanese.

Come ha raccontato l’Agi, tutto è nato dalla necessità di Brambilla di tradurre, per divertimento, pochi versi del poema per una delle lezioni del Seminario Omerico dell’Università Cattolica di Milano, guidato dal professor Mario Cantilena, che Brambilla frequenta da quando si è ritirato dal lavoro. Trovando difficile rendere  in dialetto le tradizionali formule omeriche, ha chiesto aiuto all’amico.

Leggi anche

Da quei pochi versi l’idea: perché non tradurre l’intera opera? Ed ecco che l’Odissea in milanese ha visto la luce ed è stata mandata in stampa, mentre i due amici ora pensano a continuare con qualcosa di altrettanto impegnativo: l’Iliade, ad esempio…

 

Commenti