La manifestazione si terrà a Melzo dal 13 al 15 novembre. A curarla, Antonio Scurati e Alessandro Bertante. Verrà anche assegnato il "Premio Romanzo per il Cinema" - I particolari e gli ospiti della prima edizione del festival

Presentata questa mattina a Milano la prima edizione del Festival Officina Italia Visioni, curato da Antonio Scurati e Alessandro Bertante, in passato già ideatori di Officina Italia. La manifestazione si terrà a Melzo dal 13 al 15 novembre, con un’estensione il 20 che vedrà protagonista il regista Matteo Garrone.

Al termine della tre giorni verrà assegnato il “Premio Romanzo per il Cinema” che, tra una cinquina di opere letterarie firmate da scrittori italiani under 35, designerà il romanzo che meglio si adatta a una trasposizione filmica, riconoscendo all’autore un premio in denaro per sostenere lo sviluppo dell’adattamento cinematografico: Marco Missiroli con Atti osceni in luogo privato, Giorgio Fontana autore di Morte di un uomo felice, Paolo Giordano e il suo Il nero e l’argento, Francesca Scotti con Il cuore inesperto e Marco Magini che firma Come fossi solo compongono la cinquina, selezionata da Scurati e Bertante.

Ospiti del Festival e conduttori di workshop Salvatore De Mola e Alberto Sironi, sceneggiatore e regista della serie televisiva del Commissario Montalbano, Mauro Novelli che ha raccolto nei “Meridiani” Mondadori Le storie di Montalbano di Andrea Camilleri, Matteo Garrone, Davide De Cubellis autore dello storyboard del film. A loro si aggiunge Walter Veltroni che incontra il pubblico per una chiaccherata tra letteratura, cinema e vita. Nel calendario della tre giorni reading di Eleonora Caruso, Emanuela Carbè, Nadia Terranova, Vincenzo Latronico e Sarah Spinazzola.

Commenti