Dal 5 al 7 giugno torna il festival “Una Marina di libri”. Quello che c'è da sapere...

In che modo è cambiata l’editoria cartacea con l’avvento del digitale? Qual è il peso della distribuzione nell’influenzare le vendite? Quanto è importante e autorevole un premio nella vita di un libro? Twitter può diventare uno strumento per diffondere la lettura? Dibattiti sull’editoria, reading, incontri con gli scrittori e laboratori per i bambini con 49 case editrici indipendenti (14 le new entry), una festa della città che trasforma il chiostro della Galleria d’arte moderna (via Sant’Anna n.21) in una piccola fiera dell’editoria. Dal 5 al 7 giugno torna “Una Marina di libri”, nata da una idea del CCN Piazza Marina&dintorni e organizzata e promossa in collaborazione con le case editrici Navarra e Sellerio. Il Festival si svolgerà tra il chiostro, la corte, la chiesa e piazza Sant’Anna. In programma anche attività per i bambini.

Tra gli ospiti, Andrea Camilleri, accompagnato da Antonio Manzini, Francesco Piccolo, Piero Melati, Giorgio Vasta e molti altri.

Tra i tanti incontri in programma, quello su Twitter e i libri, in programma sabato alle 17, con Elisa Lucchesi (@unblogdiclasse), Iuri Moscardi (@twletteratura), Francesco Musolino (@stoleggendo) e Maria Anna Patti (@casalettori).

Ogni mattina, dalle 10 alle 14, in programma un ciclo di seminari professionali sul mondo del libro e della scrittura. Tra le altre cose, si parlerà dell’editoria di oggi “tra grandi gruppi e indipendenti”, con Lorenzo Fazio (Chiarelettere), Elido Fazi (Fazi) e Claudia Taorolo (Marcos y Marcos).

Spazio, tra l’altro, anche alla musica.

Tutte le info sugli appuntamenti e i protagonisti sul sito ufficiale, www.unamarinadilibri.it

(la foto grande è di Ivan Scuderi)

Commenti