"Dimmi chi sei e ti dirò cosa leggere": è il motto di Valentina Berengo e Gioia Lovison, meglio conosciute come le "personal book shopper", protagoniste a Tempo di libri, in un incontro con Michaël Uras, autore di un romanzo che ha al centro la "biblioterapia"

“Dimmi chi sei e ti dirò cosa leggere”: è il motto di Valentina Berengo e Gioia Lovison, meglio conosciute come lepersonal book shopper, a cui abbiamo chiesto di raccontare la loro particolare attività, apprezzata in rete da lettrici e lettori, e di parlare dell’incontro che le vedrà protagoniste in occasione di Tempo di libri, la nuova fiera dell’editoria.
L’appuntamento, dal titolo “Curarsi con i libri”, con Michaël Uras, in libreria per Nord con Le parole degli altri, e Guido Vitiello, è in programma il 21 aprile, alle 10.30, presso la Sala Helvetica – PAD. 2 (Milano – Rho Fiera).

di Valentina Berengo e Gioia Lovison

Dicono che gli italiani leggano poco, e ci siamo chieste perché. Leggere è un’esperienza potenzialmente più piacevole di molte altre, a patto che il romanzo che abbiamo tra le mani faccia al caso nostro.

E, da lettrici seriali quali siamo, abbiamo pensato di dare il nostro contributo per far innamorare le persone dei libri, ciascuno del “suo” o dei “suoi”. Personal Book Shopper- dimmi chi sei e ti dirò cosa leggere, nato per promuovere la lettura da una piccola rubrica radiofonica universitaria cinque anni fa, approdato su Radio Capital lo scorso novembre, oggi è un progetto editoriale più esteso e articolato, che offre ai lettori anche una app online che aiuta a trovare risposta alla domanda: “e adesso che cosa leggo?”, specie se in libreria ci si sente girare la testa davanti alle pile di titoli.

Qual è la risposta? Un libro che piace, ovviamente. Ma, soprattutto, che arriva al momento giusto. Che incontra i bisogni e modo di essere di chi lo leggerà. Così, forse, non verrà abbandonato aperto sul comodino a pagina 25, ma sarà felicemente divorato e arriverà subito la voglia di prenderne in mano un altro.

Potrebbe essere un noir di Izzo oggi, un romanzo d’amore strappalacrime tra qualche tempo, un bel tomo di Marías o l’autobiografia romanzata del premio Nobel Coetzee, oppure anche un libro fuori catalogo da cercare in biblioteca. Tutto dipende dal destinatario.

Come facciamo a dare il giusto consiglio di lettura? A formare la coppia libro – lettore ideale? Questo è un segreto del mestiere, che abbiamo affinato in anni d’esperienza sul campo, ma chiunque può metterci alla prova, navigando sul sito o compilando il form per inviare una mail con la propria descrizione e poi aspettando il nostro consiglio nella casella di posta elettronica, oppure ancora giocando con l’appc on cui in pochi minuti, e quante volte si vuole, rispondendo a un semplice quiz si arriva al… titolo giusto.

Commenti