Una nuova serie di libri illustrati per bambini vede protagonista un pesce rosso, Frankie, riportato in vita, ma con molti poteri in più (ad esempio, ora può ipnotizzare con lo sguardo...)

La casa editrice Il Castoro, che pubblica in Italia la serie-bestseller Diario di una schiappa, porta nelle librerie italiane una nuova serie di libri per bambini e ragazzi, rivolta soprattutto a lettori tra i 7 e i 12 anni, ma che può essere apprezzata anche dai più grandi: Il mio grosso grasso pesce zombie (con la traduzione di Micol Cerato).

Cosa faresti se tuo fratello maggiore decidesse di diventare uno Scienziato Diabolico e il suo primo esperimento fosse immergere il tuo pesciolino rosso in un intruglio tossico di colore verde? Be’, Tom sa che c’è solo una cosa da fare: fulminare il suo pesciolino Frankie e riportarlo in vita! Ma c’è qualcosa di strano nel nuovo Frankie. Adesso è un grosso grasso pesce zombie con poteri ipnotici… ed è in cerca di vendetta!

Il mio grosso grasso pesce zombie Mo O’Hara

La serie, composta da sei volumi che verranno pubblicati in Italia a distanza ravvicinata l’uno dall’altro, è opera di Mo O’Hara, autrice nata in Pennsylvania, ma che da molti anni vive a Londra, la quale, dopo una breve carriera di attrice, lavora come scrittrice e sceneggiatrice, visitando teatri e scuole in tutta la Gran Bretagna e l’Irlanda.

Le illustrazioni, di Marek Jagucki, che nella vita fa l’illustratore a tempo pieno e il graphic designer, facilitano ancora di più l’immersione nella storia, rendendo possibile l’approccio al libro anche per chi sta iniziando ad affrontare la lettura in autonomia.

Il pesce Frankie e le sue avventure sono stati ispirati da una storia vera: il tentativo dell’autrice e di suo fratello, ancora bambini, di rianimare un pesciolino rosso in punto di morte, con una pila e dei cavetti elettrici che avevano a portata di mano. Un moderno Frankenstein, ma adatto anche a un pubblico di bambini.

Commenti