Fino al 24 gennaio 2016, una mostra indaga i modi secondo cui il tema della lettura è stato trattato dai maggiori pittori del secondo '800 svizzero e italiano... - Immagini e particolari

Da Magritte a Matisse, passando per Monet e tanti altri (compreso il giapponese Utagawa Kuniyoshi): già ci siamo occupati dei grandi dell’arte ritraggono i lettori. E ora arriva una mostra svizzera, Leggere, Leggere, Leggere! – Libri, giornali, lettere nella pittura dell’Ottocento, in programma fino al 24 gennaio 2016 presso la Pinacoteca cantonale Giovanni Züst di Rancate (a Mendrisio, nel Canton Ticino), a cura di di Matteo Bianchi, in cui attraverso una corposa carrellata di opere, vengono indagati i modi secondo cui il tema della lettura è stato trattato dai maggiori pittori del secondo Ottocento svizzero e italiano, spaziando dalla necessità dell’istruzione al piacere del testo.

Le opere provengono sia da collezioni museali che private. Fra gli artisti esposti si annoverano i ticinesi Preda, Monteverde, Berta, Feragutti Visconti, Franzoni, Chiesa e Luigi Rossi, mentre si distinguono, fra gli italiani, Gerolamo Induno, Mosè Bianchi, Tranquillo Cremona, Ranzoni, Bazzaro, Gola, Sottocornola, Mancini, Cabianca, Longoni, Morbelli, Nomellini e alcuni pittori Macchiaioli (ad esempio Lega e Zandomeneghi). Ecco alcune delle opere in mostra…

mostra1 mostra2 mostra3 mostra4

mostra1

LEGGI ANCHE:


Lettori in posa per i grandi dell’arte. Una gallery d’autore (da Matisse a Monet)

Commenti