Che sia tra i primi che abbiamo letto o uno dei più recenti, incontrato per caso o cercato con ardore, il primo libro amato è come il primo amore: non si scorda mai...

Si sente spesso dire che il primo amore non si scorda mai; chi ama leggere sa bene che il detto non si applica solo alle relazioni umane: anche il primo libro amato è assai difficile da dimenticare!

Per ogni persona che ama leggere c’è stato un ragazzo o una bambina che, in un tempo passato, sono rimasti così affascinati dalla lettura di una storia, di un racconto, di un romanzo, da non dimenticarlo mai più: è quella sensazione di meraviglia e affetto nei confronti del volume che li ha spinti a continuare a leggere libri sempre nuovi, nella speranza di incontrare altri titoli capaci di regalare la stessa emozione. Ma il primo libro amato non si scorda mai. 

Sarà il libro più sciupato e consumato della libreria, logorato da tutte le volte in cui è stato riletto, nei momenti di sconforto o di delusione, quando gli altri libri non reggevano il confronto; è un libro a cui rivolgersi nella certezza che la sua magia non scomparirà: avrà sempre il fascino della prima volta.

Commenti