Paola, Rimedia, Elena e Maria hanno "salvato" una delle più antiche librerie di Pisa, la Ghibellina, trasformandola in uno spazio molto frequentato in cui si organizzano tanti incontri d'autore - La storia

Come ha ben raccontato recentemente iltirreno.gelocal.it,  una delle più antiche librerie di Pisa, la Ghibellina, in Borgo Stretto, fondata nell’Ottocento (e che ha avuto nei decenni varie gestioni), è stata salvata dal coraggio di quattro donne con la passione per i libri.

Dopo anni di successo, con l’inizio del nuovo millennio per la libreria sono arrivate le difficoltà. Poi, grazie alla tenacia di Paola Bertini, Rimedia Deffenu, Elena Cioni e Maria Minutello, la libreria è tornata un punto di riferimento a Pisa, organizzato numerosi (e affollati) incontri d’autore.

Ha spiegato Paola Bertini: “Se lo ami questo è un lavoro che ti entra nel sangue e ti tiene a galla. Addirittura, a volte, come ho raccontato a Matteo Eremo, ho l’impressione che i libri mi parlino, quasi siano delle persone in carne e ossa. E in fondo penso che non sia poi così strano se s’instaura una forma di comunicazione con i volumi di carta. Anzi, è proprio questo insegnamento che ho appreso negli anni: l’esposizione chiara e ragionata dei libri deve essere il messaggio che un libraio trasmette al cliente, perché non si ha sempre il tempo e il modo di parlare. Quando nel 2012 mi è stato chiesto di dare una mano a un’attività in difficoltà, ho accettato con gioia. La situazione era molto critica, ma non dubitavo che ce l’avremmo fatta…”.

Commenti