I lettori si riconoscono subito: sono quelli che cercano disperatamente, ovunque siano, un pezzo di carta su cui scrivere i titoli dei libri che vorrebbero leggere…

Siete al bar, state bevendo il vostro bel cappuccino e leggete l’esordio dell’anno, che promette bene. Accanto a voi si siede un ragazzo che sta leggendo un libro che vi ispira, lo ricordate, dovevate metterlo nella lista ordinata che avete sul comodino ma ve lo siete dimenticato. Tirate fuori dalla borsa una penna e finalmente i tovagliolini del bar hanno finalmente uno scopo nel mondo.

Ma poi vi vengono libri in mente sul tram, e le note del cellulare pullulano di titoli scritti in fretta per evitare di dimenticarseli. E se ci viene in mente un titolo che vorremmo leggere in bagno? Nessun problema, c’è la carta igienica

Insomma, li appuntiamo dappertutto, addirittura, a volte, torniamo indietro nel tempo e ce li segniamo sul palmo della mano, come quando eravamo a scuola.

Basta non dimenticarsi mai la penna.

Commenti