Da Nick Hornby a Haruki Murakami, passando per Philip Roth e Paolo Sorrentino: ecco gli autori amati da Roberto Emanuelli, protagonista sui social e in libreria...

Come abbiamo raccontato, Roberto Emanuelli (nella foto di Stefania Morelli, ndr), seguitissimo sui social e protagonista in queste settimane nella classifica dei libri più venduti, nei suoi romanzi parla d’amore con un linguaggio semplice, molto semplice, e dalle sue storie (Davanti agli occhi e E allora baciami) le lettrici-fan “estrapolano” citazioni da condividere su Facebook e Instagram.

Abbiamo cercato di capire qual è il percorso da lettore di Emanuelli, chiedendogli di consigliare cinque libri che ha amato. Ecco il risultato:

Alta Fedeltà di Nick Hornby: humor inglese, un libro ironico e profondo. Dolce e ruvido. Ha un incipit che, wow, ti stende! Quando l’ho letto, a 25 anni, ho pianto e ho riso, e ho pensato fosse la cosa contemporanea più bella che avessi mai letto!

Nel segno della pecora di Haruki Murakami: magico e poetico, da non perdere.

-Pastorale Americana di Philip Roth: un romanzo che ti cambia la vita. Il sogno americano, il dramma, l’amore, l’esistenza, il filo sottile che ci lega alle persone che amiamo anche quando non le capiamo o non sappiamo più che nome abbiano. Le regole che non bastano a salvarci. La forza che pensavamo di avere e che invece ci rende ancora più fragili. Bello e imperdibile.

La Metamorfosi di Franz Kafka: un classico che non ha bisogno di presentazioni.

Hanno tutti ragione di Paolo Sorrentino: profondo, brillante e originale.

Commenti