Nulla è come sembra in "Secondo Josh", il nuovo romanzo di Lorenzo Fusoni, un thriller paradossale che si dipana solo attraverso lo scorrere e il sovrapporsi delle voci, in un flusso di dialoghi

Un vecchio mafioso si risveglia dal coma in una stanza d’ospedale dopo essere sopravvissuto a un terribile attentato. Non ricorda bene cosa sia successo, ma non può dimenticare il nome del nemico che lo ha ridotto in quello stato: Josh, un bambino di soli nove anni che si è divertito a rubargli tutti i suoi milioni e a rapirgli l’amata mammina. Intanto, in un luogo diverso della città, due poliziotti si mettono sulle tracce di un altro bambino… si tratta di un certo Marius e sta dando loro qualche pensiero; gli piace infatti travestirsi da supereroe e mettere il becco nelle inchieste della polizia per assicurare alla legge i peggiori farabutti…

Lorenzo Fusoni

Nulla è come sembra in Secondo Josh (Golem Edizioni), il nuovo romanzo di Lorenzo Fusoni, un thriller paradossale che si dipana solo attraverso lo scorrere e il sovrapporsi delle voci, in un flusso di dialoghi. Da una parte il piccolo Josh, genio della speculazione finanziaria dalle incredibili capacità manipolatorie, dall’altra Marius, eroe antitetico che combatte i soprusi e le ingiustizie del mondo. Sono loro i protagonisti di Secondo Josh che, proprio come moderni Mister Hyde e Dottor Jekyll, si affrontano in una lotta inverosimile, psichedelica, a rappresentare l’eterno conflitto tra il Bene e il Male.

Incuranti di poter rovinare la vita a coloro che li circondano, li plasmano per raggiungere gli scopi prefissi, trasformandoli così in complici involontari dei propri piani. Amichetti, genitori, criminali, poliziotti, rabbini, personaggi stravaganti e irreparabilmente fragili entrano a far parte di una folle girandola, in un susseguirsi di equivoci, paradossi, allucinazioni e strane epifanie.

Fusoni torna così a narrare il mondo di Josh, il bambino prodigio amante di Dickens già protagonista dell’omonimo volume edito da Golem nel 2017 con il titolo Il libro di Josh.

Commenti