“Diventare bravi in qualcosa non è così difficile come si potrebbe pensare” afferma Matthew Syed nel suo “Sei una forza. Credi in te stesso e sii coraggioso in tutto ciò che fai”. Un libro che può aiutare i ragazzi (e gli adulti) a costruire una vita migliore, a patto che siano pronti a imparare dai propri errori…

“Diventare bravi in qualcosa non è così difficile come si potrebbe pensare”, scrive Matthew Syed nel libro Sei una forza! Credi in te stesso e sii coraggioso in tutto ciò che fai (Nord-Sud, con la traduzione di Antonella Bassi), illustrato da Toby Triumph. Sembra un’affermazione falsa?

Sei una forza ragazzi

Da ragazzi – e a volte anche da adulti – c’è sempre un amico che sembra superare tutte le verifiche senza fatica, o magari un fratello che (fastidiosamente) è molto più bravo a calcio. Molto spesso è difficile capire anche solo in che cosa si è bravi. Questo libro prepara proprio alle sfide della vita, spiega agli adolescenti e non, che possono essere qualsiasi cosa vogliono: che cosa succederebbe se si potesse eccellere in tutto ciò che si vuole?

Sembra non essere così impossibile secondo Syed, che sfida le convinzioni e i preconcetti che frenano tutti coloro che pensano che serva un cervello speciale per essere bravi in matematica, nel basket o nel trovare una propria passione: o si è portati o non lo si è. Sei una forza cerca di aiutare i giovani lettori a trovare la fiducia in se stessi e a imparare a sfruttare al meglio il proprio potenziale, qualunque sia il campo in cui si vuole migliorare.

Syed, che vive a Londra con la moglie e due figli, è autore di tre bestseller e nella sua precedente carriera è stato uno dei migliori giocatori inglesi di ping pong. Oggi scrive per il Times, è uno speaker e spesso appare in radio e in televisione.

In Sei una forza prova a spiegare il giusto atteggiamento mentale per realizzare i propri sogni, grazie a esempi reali: Mozart, le sorelle Brontë, David Beckham, Serena Williams, Lionel Messi, Jennifer Lawrence sono alcuni dei nomi le cui storie di successo vengono raccontate nel manuale. Ad apparire è anche J.K. Rowling, mamma di Harry Potter, citata per il suo pamphlet Buona vita a tutti. I benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione.

Tutti questi case history dimostrano che il successo va guadagnato e che il talento deve essere coltivato con duro lavoro e determinazione, fiducia in se stessi e tanta voglia di crescere. Così, ogni obbiettivo diventa possibile.

Questo manuale può aiutare i ragazzi, ma anche gli adulti, a costruire una vita migliore, a patto che siano pronti a imparare dai propri errori.

Commenti