Piantare alberi nelle zone colpite dagli incendi in Val Susa per far ricrescere i boschi andati distrutti. Con questo obiettivo, le librerie indipendenti torinesi - riunite nel consorzio CoLTI - lanciano l'iniziativa a scopo benefico “Seminare libri, far crescere alberi” - I dettagli

Piantare alberi nelle zone colpite dagli incendi in Val Susa per far ricrescere i boschi andati distrutti. Con questo obiettivo, le librerie indipendenti torinesi – riunite nel consorzio CoLTI – lanciano l’iniziativa a scopo benefico “Seminare libri, far crescere alberi”. Fino a Capodanno, spiega una nota, acquistando il libro L’uomo che piantava gli alberi di Jean Giono, edito da Salani, si destinerà l’intero ricavato delle vendite al Comune di Caprie per l’acquisto e la piantumazione di alberi nelle zone interessate dagli incendi che hanno duramente colpito la Val Susa nel mese di novembre.

La scelta del libro è riassunta nella fiaba che viene narrata: un racconto allegorico, uscito in Italia per la prima volta nel 1958 con il titolo La storia di Elzéard Bouffier, in cui un pastore francese, forte della sua determinazione e vocazione al bene, riesce a riforestare un’arida vallata ai piedi delle Alpi, vicino alla Provenza, piantando centomila ghiande in tre anni.

Chi acquisterà il libro per donarlo potrà farselo incartare con la speciale carta da regalo che riporta stampata la mappa di tutte le venticinque librerie di CoLTI. Chi ha piacere, potrà fotografare questo o altri libri avvolti dalla carta regalo del consorzio, postando lo scatto sui social con l’hashtag #racCOLTIsottolalbero e #seminarelibri.

(Visited 875 times, 875 visits today)

Commenti