Il rispetto delle differenze e una forte critica al conformismo, all’omologazione culturale e al mito del successo sono i temi di fondo delle opere di Jerry Spinelli...

Torna in libreria per Mondadori Ragazzi, in occasione della Fiera di Bologna, Stargirl di Jerry Spinelli, libro simbolo dell’anticonformismo.

Spinelli, nato a Norristown (Pennsylvania) da una famiglia di origini italiane, all’inizio della carriera scrisse per adulti, ma presto si accorse che il suo pubblico preferito erano i bambini e i ragazzi. Il rispetto delle differenze e una forte critica al conformismo, all’omologazione culturale e al mito del successo sono i temi di fondo delle sue opere (con cui, tra gli altri, in passato ha vinto il Premio Andersen).

Stargirl Jerry Spinelli

Quanto alla trama, immaginate una scuola di provincia in cui tutti i ragazzi si vestono allo stesso modo e fanno le stesse cose, e poi chiedetevi che effetto farebbe, in un posto del genere, l’apparizione di una ragazza vestita in modo stravagante, che va in giro con un topo in tasca e un ukulele a tracolla, piange ai funerali degli sconosciuti e sa a memoria i compleanni dell’intera cittadinanza. Resterebbero tutti a bocca aperta, naturalmente, proprio come succede a Leo quando vede Stargirl per la prima volta e si chiede se è una svitata, un’esibizionista o tutte e due le cose insieme. Ma Stargirl è semplicemente se stessa: e non è detto che questo sia un vantaggio, in un mondo fatto di
persone che vogliono soltanto “adeguarsi”.

Commenti