E' in libreria il thriller "Prendimi", in cui si parla anche di pedofilia online

Mancano ottantadue ore. Un tempo troppo lungo e troppo breve, se l’appuntamento è con il tuo assassino. È un anno che Charlene si prepara. Si è allenata a tirar pugni, a sparare, a correre, a correre. E a non fidarsi più di nessuno, perché l’assassino non si sa che volto avrà. Ma ha già ucciso prima Randi e poi Jackie, lo stesso giorno a un anno di distanza. Erano un terzetto inseparabile, quindi adesso tocca a lei. Nessuno può aiutarla, nemmeno D.D. Warren, la poliziotta più tosta della città.

Jesse ha sette anni. Come torna da scuola si attacca al computer: on line ha tanti amici con cui giocare. Anzi, negli ultimi tempi ha un amico speciale, che lo cerca sempre, lo aiuta a vincere, tifa per lui. Un amico che tiene davvero a Jesse, e adesso lo vuole incontrare. Jesse non vede l’ora.

I pedofili vanno a caccia on line. D.D. Warren non ha certo bisogno di farselo spiegare dall’agente O., così bella e fanatica, e specializzata in reati sessuali. Ma con il secondo pedofilo di seguito assassinato in città, il figliolino Jack che la tiene sveglia la notte, la madre che viene a Boston per conoscere il nipotino, D.D. ha bisogno di una mano più che mai. Deve risolvere il caso dei pedofili assassinati, sventare la morte annunciata di Charlene… Che il piccolo Jesse è in pericolo di vita, ancora non lo sa.

Lisa Gardner torna nelle librerie italiane con un nuovo giallo, Prendimi (Marcos y Marcos).

LisaGardner

Commenti