In libreria il primo di tre volumi destinati a far discutere, firmati dall'ex Maestro Venerabile della loggia “Monte Sion di Roma”, che svela la storia e gli obiettivi dei (presunti) massoni al potere in Italia e nel mondo

Arriva in libreria per Chiarelettere il primo di tre volumi dedicati alla massoneria, ovviamente destinati a far discutere. Già il titolo parla chiaro: “Massoni – Società a responsabilità illimitata – La scoperta delle Ur-Lodges”.

L’autore, Gioele Magaldi (che si è servito della collaborazione della giornalista Laura Maragnani), classe ’71, e l’ex Maestro Venerabile della loggia “Monte Sion di Roma” (Goi), già membro della Ur-Lodge “Thomas Paine”, ed è Gran Maestro del movimento massonico “Grande Oriente Democratico” (God). Magaldi ha dato vita, tra l’altro, anche a “Democrazia Radical Popolare” (Drp) e al Movimento Roosevelt (Mr).

Nel libro sono raccontate la storia, i nomi e gli obiettivi dei massoni al potere in Italia e nel mondo, svelati da insider del network massonico internazionale, che aprono gli archivi riservati delle proprie superlogge (Ur-Lodges).

Stando all’autore, infatti, tantissime figure pubbliche del nostro tempo avrebbero avuto legami con la massoneria: Angela Merkel e Vladimir Putin, ad esempio, sarebbero stati iniziati alla stessa Ur-Lodge; e anche l’Isis sarebbe manipolato da superfratelli assolutamente indifferenti all’Islam. Magaldi, tra gli altri, fa anche i nomi di Barack Obama, Xi Jimping, Mario Draghi, Giorgio Napolitano, Christine Lagarde, Pier Carlo Padoan, e cita pure Gandhi, Reagan, Mandela, Agnelli, Clinton e Blair.

Nel libro si trovano sì decine di nomi famosi e non. Ma, come fa notare Il Fatto Quotidiano e come scrive nell’introduzione la stessa Maragnani, non ci sono le prove. In caso di contestazioni, però, l’autore assicura di impegnarsi a rendere pubblici gli atti segreti depositati in studi legali a Londra, Parigi e New York.

Commenti