Il protagonista di "Io, te e la vita degli altri", poetico romanzo d'esordio del francese Vincent Maston, e un po’ troppo introverso per colpa di una grave balbuzie. Ma l'incontro con una ragazza che combatte la sua stessa "battaglia" nella metropolitana di Parigi gli cambierà la vita...

“Io, te e la vita degli altri” (Salani) è il poetico romanzo d’esordio del francese Vincent Maston, classe ’78, che nella vita sognava di fare la rockstar… Il libro, ambientato a Parigi, è divertente e drammatico allo stesso tempo. Il protagonista è Germain, che vive in due mondi: in uno è un bravo ragazzo, serio e lavoratore, appassionato di musica, un po’ troppo introverso per colpa di una grave balbuzie che lo affligge dalla nascita e che lo isola dal mondo; nell’altro, che assume le dimensioni tentacolari della metropolitana cittadina, si trasforma… Germain, rigorosamente in silenzio, ama osservare le vite degli altri nei vagoni. Ma ben presto si accorge dei piccoli “soprusi” che in molti subiscono in metropolitana. Senza farsi notare, comincia a “difendere” i più “deboli” a colpi di leggere “gomitate” (e non solo). E presto si accorge di non essere il solo a combattere questa “battaglia”. A cambiargli la vita sarà proprio  l’incontro con una ragazza che fa esattamente come lui…

Commenti