"Il Vangelo secondo il ragazzo" di Roberto Contu propone una lettura delle Sacre Scritture da un punto di vista inusuale: un ragazzo misterioso che ha visto tutto e decide di parlare...

È la notte del Getsemani nel Vangelo di Marco, e accanto a Gesù di Nàzaret compare un misterioso ragazzo. Non si sa nulla di lui, né si saprà qualcosa: nel testo biblico non se ne parlerà più.

Roberto Contu, insegnante di lettere e redattore del blog La letteratura e noi, ne Il Vangelo secondo il ragazzo (Castelvecchi) racconta la storia di questo personaggio, che ormai in punto di morte decide di raccontare al figlio la storia dell’incontro con il Cristo, un’eredità storica di anni lontani che non ha dimenticato. Perché il ragazzo è stato testimone involontario delle vicende del Redentore, da Cafàrnao e Gerusalemme, e ha la sua versione della storia: la versione di un ragazzo ancora libero.

Tra le pubblicazioni di Contu ricordiamo alcuni saggi, Gli Anni di piombo, penne di latta (1963- 1980. Gli scrittori negli anni complicati), editi da Aguaplano.

Commenti