La lavagna delle citazioni

Qui trovate le citazioni più belle scelte dalla nostra redazione. Lasciatevi ispirare, cercate le vostre preferite, mettete un “mi piace” e condividetele sui vostri social.
Le più belle parole d'autore sono tutte in questa pagina.

  • Tutte le citazioni

  • Ordine: scegli
    • le più amate
    • ordine 2
    • ordine 3

«Al tempio c'è una poesia intitolata La Mancanza, incisa nella pietra... Ci sono tre parole, ma il poeta le ha cancellate. Non si può leggere La Mancanza, soltanto avvertirla.»

A. Golden

Memorie di una geisha

«Conduciamo la nostra esistenza come acqua che scende lungo una collina, andando più o meno in un'unica direzione finché non urtiamo contro qualcosa che ci costringe a trovare un nuovo corso.»

A. Golden

Memorie di una geisha

«Le speranze sono come gli ornamenti per capelli. Le ragazze vogliono mettersene troppi, ma, quando diventano vecchie, anche uno solo le fa diventare ridicole.»

A. Golden

Memorie di una geisha

«L'acqua si scava la strada anche attraverso la pietra e quando è intrappolata si crea un nuovo varco.»

A. Golden

Memorie di una geisha

«Lei si dipinge il viso per nascondere il viso. I suoi occhi sono acqua profonda. Non è per una geisha desiderare. Non è per una geisha provare sentimenti. La geisha è un'artista del mondo, che…»

A. Golden

Memorie di una geisha

«Andate, andate ad ammirare il mosaico del Giudizio Universale sulla cupola del Battistero e poi ditemi: quale parte attira per primo lo sguardo? Il Paradiso, con gli angioletti perfettini con…»

M. Fiorato

La ladra della primavera

«Firenze pare un gioiello e puzza di zolfo................. E' stupenda e brutale al tempo stesso. La sua è una bellezza a fior di pelle; sotto, il sangue scorre molto vicino alla superficie.»

M. Fiorato

La ladra della primavera

«Il sole rende chiare tutte le scoperte con la sua luce a voi che cercate. Infine Venere, con la sua piacevole bellezza, adorna tutto ciò che viene scoperto.»

M. Fiorato

La ladra della primavera

«Il Cavaliere allora rise, ma non come faceva di solito. Rise a mezza bocca, rise triste. E disse:"Principessina, nell'esatto momento in cui ci sentiamo migliori degli altri, diventiamo uguali a loro".»

C. Gamberale

Qualcosa

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.