«Scrivere di guerre, di migrazione di profughi, è un atto obbligatorio. Contro il silenzio: opaco, atroce, inumano. Scrivere per disfarsi dei pregiudizi, dell’illusione di aver già compreso tutto e della paura.»

Altre citazioni dai libri di Domenico Quirico

Non ci sono altre Citazioni per questo autore.