Da news

Giuseppe Laterza: "Noi editori dobbiamo ritrovare la fiducia dei librai"

Giuseppe Laterza: "Noi editori dobbiamo ritrovare la…

A settembre debutta Prehistorica, una nuova casa editrice (fondata da un traduttore)

A settembre debutta Prehistorica, una nuova casa…

Libri Finti Clandestini: il progetto editoriale che ricicla la carta con creatività

Libri Finti Clandestini: il progetto editoriale che…

Lode all'insegnante di sostegno: i motivi per cui senza di loro non ce la faremmo

Lode all'insegnante di sostegno: i motivi per…

La Camera approva la proposta di legge sulla lettura

La Camera approva la proposta di legge…

Lo spettro di Mark Fisher

Lo spettro di Mark Fisher

"Libri proibiti": pornografia, satira e utopia all'origine della Rivoluzione francese?

"Libri proibiti": pornografia, satira e utopia all'origine…

"Capoversi": Bompiani propone una nuova collana di poesia

"Capoversi": Bompiani propone una nuova collana di…

"In tutti i sensi": l'ottava edizione del Cortona Mix Festival

"In tutti i sensi": l'ottava edizione del…

Da Spotify alle librerie: alcuni libri scritti da cantanti indie

Da Spotify alle librerie: alcuni libri scritti…

In India la biblioteca femminista di comunità, nata dal sogno di Aqui Thami

In India la biblioteca femminista di comunità,…

Un libro gratis ai ragazzi che spengono il telefono per un'ora

Un libro gratis ai ragazzi che spengono…

L'autore

Bruno Tinti

Bruno Tinti

Bruno Tinti è un ex magistrato, giornalista e scrittore. Entrato in magistratura pochi giorni dopo aver compiuto 25 anni, prende subito servizio a Torino. Dopo qualche anno in tribunale, diviene prima giudice istruttore e poi pubblico ministero, ruolo che continua a svolgere fino a quando lascia la magistratura. Nel 1982 comincia a occuparsi di reati tributari, societari e fallimentari; coltiva questa specializzazione per tutta la sua vita professionale e infatti, come procuratore aggiunto, è a capo del pool specializzato in diritto penale dell’economia. In questo settore si occupa di indagini di rilevante spessore, tra cui quelle relative al caso Telekom Serbia. Si specializza anche in informatica giudiziaria ed è, dal 1995 al 2008, referente informatico per il ministero della Giustizia presso la Corte d’appello di Torino. Tra il 1995 e il 2000 è professore a contratto presso l’Università del Piemonte Orientale, dove tiene un corso di Diritto penale tributario. Tra il 1992 e il 2000 è presidente, in successione, di tre Commissioni ministeriali per l’elaborazione di una nuova legge penale tributaria che sostituisca la legge 516/82; il parlamento italiano approverà la nuova legge con modifiche tali da snaturarne completamente l’impianto, sì da renderla del tutto inefficiente. Dopo aver pubblicato “Toghe rotte” (Chiarelettere, 2007), lascia la magistratura nel dicembre 2008 e scrive “La questione immorale”(Chiarelettere, 2009). Dal 2009 è collaboratore stabile de «il Fatto Quotidiano», dove tiene una rubrica settimanale, Giustamente, e pubblica articoli in materia di giustizia e politica. Nel 2012, ha pubblicato per Chiarelettere “La rivoluzione delle tasse”.

Citazioni libri autore

Non è stata inserita nessuna citazione tratta da questo libro.
La questione immorale

La questione immorale

B. Tinti

Il problema più urgente: riformare la giustizia. Separazione delle carriere, non obbligatorietà dell'azione penale, responsabilità…

Toghe rotte

Toghe rotte

B. Tinti

Per il cittadino che abbia voglia di capire perché la giustizia italiana versi nelle attuali condizioni questo libro, che ha…

Toghe rotte

Toghe rotte

B. Tinti

Il cittadino che abbia voglia di capire perché molte persone condannate per reati finanziari le ritroviamo coinvolte in scandali…

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.