Da news

Fredrik Sjöberg, strenuo cacciatore e collezionista

Fredrik Sjöberg, strenuo cacciatore e collezionista

Un grande ma fragile sperimentatore: Giovanni Boccaccio

Un grande ma fragile sperimentatore: Giovanni Boccaccio

Apre a Milano la sede italiana di Blackie Edizioni, casa editrice di Barcellona

Apre a Milano la sede italiana di…

Lo specchio della lingua che utilizziamo riflette solo e soltanto noi: "Alla fonte delle parole" con Andrea Marcolongo

Lo specchio della lingua che utilizziamo riflette…

Daniel Pennac e "La legge del sognatore": un tributo a Federico Fellini

Daniel Pennac e "La legge del sognatore":…

I tarocchi di Shakespeare

I tarocchi di Shakespeare

Oh che sorpresa, la scuola italiana è "classista": il commento di Enrico Galiano

Oh che sorpresa, la scuola italiana è…

L'alba dell'arte tipografica in mostra alla Biblioteca Braidense di Milano

L'alba dell'arte tipografica in mostra alla Biblioteca…

I romanzi come macchine del tempo

I romanzi come macchine del tempo

Editoria, a Monica Randi la vicedirezione editoriale di Guanda

Editoria, a Monica Randi la vicedirezione editoriale…

L'addio della storica libreria Paravia di Torino. E a Milano quello del negozio nell'ospedale Niguarda

L'addio della storica libreria Paravia di Torino.…

Camminare per ricostruire il passato: “Città sommersa” di Marta Barone

Camminare per ricostruire il passato: “Città sommersa”…

L'autore

Pino Arlacchi

Pino Arlacchi

Pino Arlacchi è un sociologo e politico, considerato una delle massime autorità mondiali in tema di sicurezza umana.
Tra il 2006 e il 2008 ha fatto parte del comitato internazionale di tre esperti costituito dalla Repubblica popolare cinese sul tema della sicurezza dei Giochi olimpici del 2008. Presidente dell’Associazione mondiale per lo studio della criminalità organizzata, ha redatto il progetto esecutivo della Dia, la Direzione investigativa antimafia. Amico e collaboratore dei giudici Chinnici, Falcone e Borsellino, è stato presidente onorario della Fondazione Falcone e tra i maggiori architetti della strategia antimafia italiana negli anni Novanta del XX secolo. Deputato e senatore del Partito democratico della sinistra e vicepresidente della Commissione parlamentare antimafia, si è dimesso dal Senato nel 1997 per ricoprire fino al 2002 l’incarico di vicesegretario generale delle Nazioni unite.
Direttore esecutivo dell’Unodc (United Nations Office on Drugs and Crime), è stato anche direttore generale dell’ufficio delle Nazioni unite di Vienna. Deputato al Parlamento europeo con l’Italia dei Valori, ha poi aderito al Partito democratico e al gruppo dell’Alleanza progressista dei socialisti e dei democratici europei. È stato sotto scorta per tredici anni, a causa delle minacce e intimidazioni causate dal suo impegno contro la criminalità.
Tra i suoi libri: «Gli uomini del disonore», «Schiavi. Il nuovo tra­ffico di esseri umani», «La mafia imprenditrice. Dalla Calabria al centro dell’inferno», «L’inganno e la paura. Il mito del caos globale».

Citazioni libri autore

Non è stata inserita nessuna citazione tratta da questo libro.
Addio Cosa nostra

Addio Cosa nostra

P. Arlacchi

“Nell’interesse della società,dei miei figli e dei giovani, intendorivelare tutto quanto è a mia conoscenzasu…

I padroni della finanza mondiale

I padroni della finanza mo…

P. Arlacchi

“Studio e combatto da una vita il capitalismo predatorio. Sono partito dai suoi livelli più infimi e violenti, quelli…

Il libraio per te I libri scelti in base ai tuoi interessi

Grazie alle azioni che compi sul sito saremo in grado di fornirti consigli per le tue prossime letture.