«La serie cominciava con l’inizio della scrittura della serie. I personaggi erano i personaggi della vita reale di Jacob: una moglie infelice (che non voleva essere descritta in questi termini); tre figli: uno sull’orlo dell’età adulta, uno sull’orlo di un’estrema coscienza di sé, uno sull’orlo dell’indipendenza intellettuale; un padre xenofobo in preda al terrore; una madre che fa e disfa in silenzio; un nonno depresso. Se un giorno l’avesse condiviso e gli fosse stato chiesto in che misura era autobiografico, avrebbe detto: Non è la mia vita, ma sono io. E se qualcuno – chi a parte il dottor Silvers? – gli avesse chiesto quanto fosse autobiografica la sua vita, avrebbe detto: È la mia vita, ma non sono io.»

Altre citazioni dai libri di Jonathan Safran Foer

Non ci sono altre Citazioni per questo autore.